FANDOM


"Orrore è guardare negli occhi dell'oscuro, sapendo che stai per morire... Ed essere poi costretto a vivere. Orrore è svegliarsi ogni giorno e vedere ogni parte del tuo corpo muoversi da sola, una massa di Protodite dove un tempo c'erano solido metallo e tessuto vivente. Orrore è ciò che è negli occhi dei tuoi compagni quando ti guardano... E nei pianti dei tuoi nemici quando il tuo sciame li avvolge. Non parlarmi di paura, creatura - Io SONO la paura!"

Zaktan a IrnakkInferno

Zaktan era uno Skakdi del Vento e il leader di sei Cacciatori Oscuri noti come Piraka.

BiografiaModifica

ZakazModifica

In origine Zaktan viveva su Zakaz in relativa tranquillità, finché un giorno Makuta Spiriah invase l'isola e mutò i suoi abitanti con degli esperimenti, rendendoli guerrieri super potenziati. Questi cambiamenti portarono ad una guerra civile. Zaktan fu poi imprigionato e ridotto ad uno schiavo, costretto a lavorare in una miniera di ProtodermisL'Oscuro lo scoprì e, vedendolo come un potenziale cacciatore oscuro, decise di liberarlo e lo condusse su Odina.

Cacciatore OscuroModifica

Diversi anni dopo, Zaktan organizzò con HakannThokReidak e Vezok una rivolta per rovesciare l'oscuro e prendere il suo posto. I quattro Skakdi elusero tutte le guardie e penetrarono nella fortezza dell'oscuro, ma qui vennero avvertiti da Darkness che l'oscuro era a conoscenza dei loro piani. Zaktan e gli altri tentarono allora di fuggire, ma l'oscuro, potendo controllare l'architettura del palazzo, lo trasformò in un labirinto, conducendo alla fine i quattro ribelli nella sala del trono. L'oscuro, decidendo di eliminare Zaktan, lo colpì con i suoi raggi energetici dagli occhi. Invece di morire, Zaktan si trasformò invece in una massa di Protodite svolazzanti. L'oscuro, stupito di ciò, lasciò in vita i ribelli, con lo stato di Zaktan come avvertimento per gli altri. Zaktan proseguì a svolgere missioni per i cacciatori. In una di queste, collaborò con Avak e uccise un Toa del Plasma. Durante la Guerra Cacciatori Oscuri-Confraternita dei Makuta, Zaktan fu inviato con un piccolo contingente di cacciatori (compresi Reidak e Thok) a difendere una fortezza che era sotto assedio da parte della confraternita. Dopo essersi incontrato con un'informatrice segreta, Roodaka, Zaktan iniziò ad esplorare la fortezza, chiedendosi perché la confraternita era così interessata ad essa (in passato era stata una sua base). Cercando, il cacciatore oscuro trovò una stanza segreta in cui Teridax, il leader della confraternita, aveva dettagliatamente descritto tutto il suo piano di conquistare l'Universo Matoran. Zaktan, Thok e Reidak fuggirono poi dalla fortezza, che fu presto ricatturata dalle forze nemiche.

PirakaModifica

Comic Zaktan

Zaktan

Alcuni secoli dopo, Zaktan (come leader), Reidak, Vezok, Hakann, Avak e Vezok abbandonarono i cacciatori oscuri e presero il nome di Piraka. Il gruppo, seguendo alcune voci secondo cui Teridax era stato ucciso, si recò nel Mangaia, la sua tana. Qui Hakann scoprì la Lancia della Fusione e la attivò accidentalmente su Vezok, creando da lui in nuovo essere, Vezon. Teridax, la cui essenza era ancora presente, impiantò poi nelle loro menti l'idea di trovare la Ignika, una maschera dai poteri leggendari. I Piraka furono poi attaccati da due Mana Ko ed inseguiti fin sull'isola di Mata Nui, mentre Vezon fuggì con la lancia. Zaktan e gli altri trovarono sull'isola sei Canestri Toa e decisero di utilizzarli per raggiungere Voya Nui, il luogo in cui era nascosta la maschera della vita. Arrivati sull'isola, i Piraka si finsero Toa ai Matoran locali per prenderne il controllo e Zaktan costruì una vasca dove contenere l'antidermis di Teridax. Ordinò poi ad Avak di creare sei Lanciatori Zamor e pose i Matoran a lavoro per drenare il Monte Valmai, il vulcano dell'isola, perché pensava che la Ignika si trovasse sotto di esso. I Piraka capirono però che i Matoran non si fidavano più di loro, perciò Zaktan testò gli effetti dell'antidermis su uno di loro, scoprendo che la sostanza lo rendeva fedele ai Piraka. Il gruppo schiavizzò quindi tutti i Matoran. Solo sei di loro fuggirono. I Piraka dovettero poi affrontare un team di Toa, i Toa Nuva, anche loro in cerca della maschera. Zaktan affrontò e sconfisse Tahu e anche gli altri Toa caddero facilmente. Ordinò quindi agli altri di gettare i Toa nel vulcano e confiscare le loro maschere e i loro strumenti. Mentre i Piraka svolgevano il compito, Zaktan tornò alla roccaforte e conobbe Brutaka, un ex guardiano della Ignika, che accettò di assisterlo in cambio di un po' di antidermis, che quando lui assorbiva diveniva più forte. Poco tempo dopo Zaktan fu attaccato e imprigionato da Avak e Thok, i quali credevano che il loro leader li stesse ingannando sulla posizione della maschera. I due Piraka vennero attaccati da Brutaka e Hakann e anche Reidak si unì allo scontro. Contemporaneamente i Toa Nuva, ripresisi dalla battaglia, giunsero sul posto e Zaktan ordinò agli altri Piraka di fermarli. Questi però, capendo che i Toa potevano sbarazzarsi di lui al posto loro, lasciarono che attaccasero Zaktan. Il leader dei Piraka, come ultima spiaggia, chiese allora aiuto a Brutaka, in cambio di tutto l'antidermis. Brutaka accettò e sconfisse i Toa con un singolo colpo di spada.
Zaktanwithhau

Zaktan con la Hau Nuva di Tau

Anche i Matoran che erano con loro vennero catturati. Zaktan e Hakann in seguito ricatturarono Dalu, che era fuggita, ma sul percorso ebbero un litigio e Zaktan attaccò e sconfisse Hakann. Il leader incaricò poi Thok e Reidak di cercare informazioni su Vezon, che probabilmente era arrivato su Voya Nui. In seguito sull'isola giunsero i Toa Inika, che attaccarono la roccaforte ed ingaggiarono una feroce battaglia con i Piraka. Nuparu affrontò Zaktan e con la sua Kadin sparpagliò i protodite di Zaktan ovunque. Hakann e Thok riuscirono poi a rubare i poteri di Brutaka tramite una Zamor speciale, constringendo i Toa e i restanti Piraka ad allearsi. Il gruppo creò una zamor in grado di invertire gli effetti della precedente e rintracciò Hakann e Thok, che stavano combattendo nella foresta. Durante lo scontro, Hewkii scagliò la zamor speciale ai due e Brutaka riacquistò i suoi poteri. Tutti però furono tramortiti durante la battaglia. Zaktan, l'unico rimasto in piedi, riunì i Piraka e partì per le 777 Scale, la via che conduceva alla Ignika. Come prima cosa, i sei skakdi entrarono nella zona degli incubi, un luogo in cui i peggiori incubi dei presenti diventavano realtà. Davanti a loro apparve Irnakk, un mostro della mitologia skakdi. La creatura sconfisse tutti i Piraka, tranne Zaktan. Quest'ultimo affrontò Irnakk, scoprendo che era un'illusione, e gli dimostrò che utilizzava la paura come un'arma, proprio come lui. Irnakk, sorpreso, svanì e i Piraka proseguirono. Nella camera successiva, una voce disse loro che solo collaborando avrebbero potuto continuare. Reidak però tradì gli altri e tutti caddero in una pozza piena di Mutageno del Pozzo. Vezok trovò una via d'uscita e i Piraka proseguirono il viaggio, incontrando e sconfiggendo i Toa Inika. Arrivati nella Camera della Vita, Zaktan e gli altri scoprirono che il guardiano finale della Ignika era proprio Vezon, accompagnato da Fenrakk. Dopo delle trattative fallimentari, Vezon trasformò Vezok e Reidak in un mostro, che sconfisse rapidamente i restanti Piraka. Vezon e Fenrakk furono poi affrontati dai Toa Inika, che riuscirono ad ottenere la Ignika. Quest'ultima volò però via dalla sala e sia Toa sia Piraka partirono per raggiungerla. Avendo fallito nel recuperarla, i Piraka si ritirarono temporaneamente, vedendo poi i Toa Inika partire per l'oceano attraverso La Corda.

MutazioneModifica

Zaktan decise poi di intervenire e guidò i Piraka attraverso la corda, dove furono mutati dalle acque mutagene. Assumendo l'aspetto di serpenti marini e perdendo la capacità di respirare l'aria, proseguirono ed incontrarono un gruppo di Zyglak, che uccisero facilmente. Trovarono poi i Toa Inika (ora Toa Mahri) che stavano scortando i Matoran di Mahri Nui verso Voya Nui.
586px-Promo Art Zaktan

Zaktan

I Piraka presero in ostaggio i Matoran, portando ad una situazione di stallo. Axonn però intervenì e catturò tutti i Piraka, portandoli sulla terra ferma. I sei skakdi vennero poi presi dall'Ordine di Mata Nui, che li trasportò su Daxia e li pose in una vasca d'acqua. Helryx ebbe poi l'occasione di interrogare Zaktan, tirandolo fuori dalla vasca per farlo soffocare quando non rispondeva. Helryx lo condusse poi in una boccia d'acqua su Xia, dove lo donò ai Toa Hagah affinché li aiutasse a trovare Teridax. Zaktan, conoscendo il piano del Makuta, disse ai Toa che avrebbero trovato Teridax sotto il Colosseo di Metru Nui. Il gruppo venne teletrasportato davanti al colosseo, pronto a distruggerlo per proseguire. Ai Toa Hagah si opposero però i Toa Mahri, i vecchi nemici di Zaktan, contrari alla loro idea di distruggere il colosseo. Dopo un breve scontro tra i due team, risolto pacificamente, i Toa crearono una galleria sotto il colosseo, tramite cui i Toa Hagah e Zaktan proseguirono. Dopo aver superato alcune minacce ed aver incontrato Miserix, i sette arrivarono infine nel Processore del Nucleo. Qui si aprì un portale e da esso fuoriuscirono Helryx, Brutaka, Keetongu e Axonn. Teridax rivelò poi la sua presenza e distrusse la Olmak di Brutaka, dopodiché generò un'onda sonica, con cui distrusse l'ampolla di Zaktan, apparentemente uccidendolo. Per via della sua particolare natura, Zaktan sopravvisse in forma di piccoli frammenti, che riuscirono poi a riunirsi e a ricostruire il suo corpo. Viaggiò poi a Zakaz, dove alcuni Skakdi stavano creando un essere fondendone vari altri (tra cui gli altri Piraka) in una vasca di Protodermis Energizzato. Ferito e con la speranza di migliorare la sua situazione attuale, Zaktan saltò da una pozza vicina ed entrò nella vasca.

Personalità e poteriModifica

Comic Zaktan Protodites

I Protodite di Zaktan si disperdono in risposta ad un attacco

Spietato, acido e misterioso, Zaktan era il più strano e temuto dei Piraka. Perfino loro avevano paura di lui, a causa della sua natura. Era intelligente e brillante, ma anche molto cauto e riservato. Le sue esperienze lo avevano reso con il tempo più crudele e disonesto, perfino sadico. Il suo corpo in origine era quello di un normale skakdi, ma dopo l'esperienza con l'oscuro, è diventato una massa di milioni di protodite, tenuti uniti dalla sua forza di volontà. Ogni Protodite conteneva una parte della sua coscienza, perciò non poteva perderli. I Protodite non erano però in grado di stare completamente fermi, di conseguenza il corpo di Zaktan appariva continuamente in movimento e quando parlava, sembrava che milioni di voci parlassero allo stesso tempo. Zaktan poteva dissolvere il suo corpo e tramutarsi in uno sciame, per muoversi più in fretta o attaccare. Dopo essere stato mutato dal mutageno del pozzo, Zaktan ha perso la capacità di respirare aria e il suo numero di protodite è stato notevolmente ridotto. Zaktan poteva controllare l'elemento del Vento, ma solo in coppia con un altro skakdi. Poteva anche generare raggi laser dagli occhi.

StrumentiModifica

Zaktan

Zaktan come set

Zaktan portava una Tenaglia a Tre Lame e su Voya Nui anche un lanciatore zamor. Dopo la sua mutazione, ha perso entrambe le armi.

SetModifica

Zaktan è stato rilasciato all'inizio del 2006 come set medio. il suo codice era 8903 e conteneva 41 pezzi, tra cui quattro sfere verdi, rappresentanti zamor. Poteva essere combinato con i set di Avak (8904) e Hakann (8901) per creare un Protodax, o con Reidak per creare un modello alternativo non canonico, le cue istruzioni erano divise tra quelle dei due set. Nel corso dello stesso anno è stato poi rilasciato come minifigure all'interno dei tre playset 8893, 8894 e 8624. Un'edizione speciale di Zaktan è stata poi rilasciata nell'Happy Meal del McDonald, anche se non copatibile con i pezzi LEGO.

CitazioniModifica

"Aveva visto di certo molti esseri pericolosi, ma qualcosa riguardo Zaktan gli procurava un brivido. Era come se qualcuno avesse preso la rabbia e il male e dato loro un corpo in cui camminare."

—Pensieri di Vezok, Legacy of Evil

"Toa. Siete un anacronismo. Puri e nobili eroi che combattono per la giustizia in un mondo di caos, non volendo ammettere che i vostri giorni sono finiti."

—Zaktan a Tahu, Island of Doom

"È stato un Toa a sconfiggere i cacciatori oscuri quando tentarono di conquistare Metru Nui. È stato un Toa ad organizzare la guerra tra noi e la confraternita che infuria ancora oggi. Lasciare un Toa, uno qualsiasi, vivo, è come tenere una Vipera Mortale per compagnia."

—Zaktan, Dark Destiny

"Voi Toa siete tutti uguali. Tutti idioti miagolanti."

—Zaktan, Dwellers in the Darkness

TriviaModifica

  • Zaktan è il Piraka preferito di Greg Farshtey.
  • Zaktan era uno dei pochi esseri a conoscere l'intero piano di Teridax.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale