FANDOM


"Gli occhi di Vezok si aprirono alla vita. Thok li guardò e vide immediatamente che il suo compagno Piraka era cambiato. Era andata via la fredda intelligenza che aveva tenuto in vita Vezok tutti questi anni, rimpiazzata da un'accesa rabbia."

—Narratore, Legacy of Evil

Vezok era uno dei sei ex Cacciatori Oscuri che presero il nome di Piraka.

BiografiaModifica

Primi anniModifica

Vezok viveva in origine su Zakaz, dove regnava la pace. Dopo gli esperimenti di Makuta Spiriah sugli Skakdi e lo scoppio di una guerra civile sull'isola, Vezok abbandonò la sua patria e divenne un ladro. Un giorno incontrò Hakann e lo aiutò a rubare la Pietra Makoki da una fortezza sorvegliata da Toa. I due portarono a termine la missione, ma vennero fermati da Ancient, che prese loro la pietra e li convinse a seguirlo su Odina. Qui L'Oscuro propose ai due di unirsi ai cacciatori oscuri e li sottopose ad un test di ingresso. Vezok passò il suo dicendo a Lariska che poteva uccidere Hakann.

Cacciatore OscuroModifica

Vezok partecipò un giorno con ZaktanReidak, Hakann e Thok ad un tentativo di ribellione contro l'oscuro. Dopo essere penetrati nella sua fortezza, i Piraka furono avvertiti però da Darkness che l'oscuro era a conoscenza dei loro piani. I quattro skakdi furono portati al suo cospetto e il leader punì Zaktan, trasformandolo in una massa di Protodite. In seguito Vezok partecipò con Avak e Reidak ad una missione su Metru Nui, in cui liberò il Drago Kanohi dalla sua prigione subacquea. Vezok fu inoltre addestrato da Nidhiki a combattere e ad autocontrollarsi e quando Kraata-Kal disobbedì all'oscuro, questi consentì a Vezok di punire severamente il ribelle.

PirakaModifica

Un giorno, Vezok e gli altri skakdi da lui conosciuti in precedenza lasciarono l'organizzazione sotto il comando di Zaktan e si recarono a Metru Nui, dove trovarono l'entrata del Mangaia. Avevano infatti udito delle voci secondo cui Teridax era stato ucciso e volevano investigare. Cercando oggetti di valore, Hakann trovò la Lancia della Fusione e la utilizzò accidentalmente su Vezok. Dal Piraka si generò Vezon, metà della sua essenza, che prese la lancia della fusione.
Vezon Creation

Vezon viene creato da Vezok

Nonostante Vezok volesse far ritornare Vezon dentro di sé, Zaktan si rifiutò di farlo. Teridax impiantò poi nelle menti dei Piraka l'idea di cercare e trovare la Kanohi Ignika, una maschera dai poteri leggendari nascosta su Voya Nui. Inseguiti da due Mana Ko, Vezok e gli altri fuggirono sull'isola di Mata Nui, mentre Vezon partì alla ricerca della maschera da solo. I Piraka trovarono su Mata Nui sei Canestri Toa e decisero di utilizzarli per raggiungere Voya Nui. Qui si finsero Toa ai Matoran locali, prendendone il controllo. Credendo che la Ignika si trovasse sotto il Monte Valmai, il vulcano dell'isola, i Piraka posero i Matoran a drenarlo, ma capendo che questi non si fidavano più di loro, utilizzarono delle Zamor piene di Antidermis su di loro, rendendoli schiavi. Poco tempo dopo i Toa Nuva giunsero sull'isola, anche loro in cerca della maschera della vita. Hakann e Reidak andarono a combatterli, ma il Team di Resistenza di Voya Nui attaccò la Roccaforte dei Piraka e Balta rubò uno dei loro Lanciatori Zamor. Vezok e Thok iniziarono quindi ad inseguire il Matoran, fino a quando Balta entrò in una caverna e Vezok decise di chiudere la sua entrata con un masso, sperando di soffocare il ladro. Dopo aver agilmente sconfitto i Toa Nuva, Zaktan ordinò agli altri di gettarli nel vulcano, ma arrivati al cratere, i Piraka furono costretti a fuggire e ad abbandonare i corpi dei Toa a causa di un'eruzione. I Toa Nuva tentarono un secondo assalto alla roccaforte, ma vennero sconfitti da Brutaka e il team di resistenza fu catturato. Più tardi Vezok e Avak stavano esplorando la Cintura Verde, quando furono attaccati da Axonn. Cercando di inseguirlo, i due Piraka scoprirono una caverna piena di documenti e informazioni sulla storia di Voya Nui. Vezok distrusse allora ogni cosa. Vezok, dopo aver interrogato Garan nella Camera della Verità, incontrò i Toa Inika e li attaccò, ma poiché le sue zamor non avevano effetto su di loro, fu costretto a fuggire. Durante la battaglia tra Piraka e Toa Inika nella roccaforte, Hakann e Thok riuscirono ad assorbire i poteri di Brutaka con la zamor speciale e sconfissero tutti gli altri presenti, compreso Vezok.
WaterHarpooninAction

Vezok usa il suo arpione d'acqua

Mentre i due si dirigevano verso le 777 Scale, Toa e Piraka strinsero un'alleanza temporanea e crearono una zamor in grado di invertire gli effetti della precedente. Dopo aver affrontato Hakann e Thok ed aver fatto tornare i loro poteri a Brutaka, i Piraka si riunirono e partirono per primi attraverso le 777 scale, ormai vicini a trovare la maschera della vita. Per prima cosa, il gruppo giunse nella zona degli incubi, un'area in cui le peggiori paure dei presenti diventavano realtà. I Piraka incontrarono Irnakk, un mostro della mitologia skakdi, che li sconfisse tutti. Solo Zaktan rimase cosciente, riuscendo a superare l'illusione e a proseguire. Nella sala successiva, i Piraka furono costretti a collaborare allo stesso tempo per proseguire, ma Reidak tradì gli altri e tutti caddero in una pozza sotterranea piena di Mutageno del Pozzo. Vezok riuscì comunque a trovare una via d'uscita e i Piraka raggiunsero il Cancello della Camera di Lava, dove affrontarono e sconfissero i Toa Inika. Arrivato nella Camera della Vita, il gruppo scoprì che il guardiano finale della maschera era proprio Vezon, insieme al suo destriero Fenrakk. Vezon disse ai Piraka che avrebbe ceduto loro la maschera se avessero ucciso Vezok per lui e Hakann subito attaccò il suo compagno. Zaktan capì però che Vezon non avrebbe potuto cedere la Ignika neanche volendo, perciò fermò la lite. Vezon allora usò la sua lancia della fusione su Vezok e Reidak, fondendoli in un mostro che sconfisse gli altri. Sfuse poi i due skakdi. I Toa Inika riuscirono poi a sconfiggere Vezon e a prendere la maschera, ma Kardas sferrò un colpo alla Ignika, che volò via attraverso le 777 scale, raggiunse Voya Nui e poi cadde in mare. I Piraka la inseguirono, ma furono costretti a ritirarsi, capendo che erano in inferiorità numerica davanti ai Toa Inika, i Toa Nuva, Axonn e la resistenza di Voya Nui.

MutazioneModifica

Alla fine gli skakdi decisero di raggiungere l'oceano e attraversarono la corda, venendo mutati dalle sue acquee mutagene. Assunsero infatti l'aspetto di serpenti marini e persero la capacità di respirare sulla terra ferma. Dopo aver ucciso un gruppo di Zyglak, i sei incontrarono i Toa Inika (ora mutati in Toa Mahri), che stavano scortando i Matoran di Mahri Nui su Voya Nui. I Piraka presero in ostaggio i Matoran e si creò una situazione di stallo, fino a quando Axonn intervenì, tramortì i Piraka e li riportò su Voya Nui. Presi in custodia dall'Ordine di Mata Nui, Vezok e gli altri furono portati su Daxia e posti in una vasca d'acqua per sopravvivere. Quando Teridax distrusse Daxia, i Piraka furono tratti in salvo da un gruppo di skakdi e portati su Zakaz, dove vennero gettati in una vasca di Protodermis Energizzato con un Vortixx, uno Zyglak e un lavoratore di Stelt. Dalla vasca fuoriuscì una creatura mostruosa.

Personalità e poteriModifica

Vezok

Vezok come set

Un tempo freddo e calcolatore, Vezok, dopo aver perso metà della sua essenza, divenne più irascibile e meno in grado di controllarsi. Era sempre in grado di apparire freddo all'esterno, ma doveva sforzarsi di contenere dentro di sé la sua furia e quando non era in grado di controllarla, diveniva estremamente violento. Vezok aveva la capacità di assorbire i poteri e l'energia altrui per poi riutilizzarla a piacimento anche diverse ore dopo. Il suo elemento era l'Acqua e poteva controllarla in coppia con un altro skakdi. Vezok possedeva inoltre la capacità di generare raggi energetici dagli occhi.

StrumentiModifica

Vezok possedeva un'Arpione d'Acqua, con cui poteva combattere corpo a corpo oppure controllare i suoi poteri elementali. Come il resto dei Piraka, su Voya Nui portava inoltre un lanciatore zamor. Ha perso entrambi gli strumenti a seguito della sua mutazione.

SetModifica

Vezok è stato rilasciato all'inizio del 2006 come set medio. il suo codice era 8902 e conteneva 41 pezzi, tra cui quattro sfere verdi, rappresentanti zamor. I pezzi di Vezok erano inoltre contenuti nel set di Irnakk, sempre del 2006, con codice 8626. Come minifigure, Vezok è stato poi rilasciato nei playset con codice 8893 e 8894. Vezok è stato anche parte di una promozione McDonald del 2006. 

CitazioniModifica

Minifig Piraka Vezok

Vezok come minifigure

"Basta. Gli altri temono la tua rabbia, ma te non dovresti. Se sono troppo deboli per stare al tuo passo, questo significa che devi controllarli. Prendi il potere dal tuo Turaga. Conquista l'isola. Poi, quando hai finito, vieni a farmi vedere."

Vezok (come Toa) a DaluIsland of Doom

"E se ci fosse una guerra, sei abbastanza sicuro di sapere da che parte staresti?"

"La stessa parte da cui sto sempre. La mia."

Vezok e Zaktan, Legacy of Evil


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale