FANDOM


"Parole. Voi Toa siete sempre così bravi con le parole, quando invece è l'azione che conta."

Thok a Jaller, Power Play

Thok era uno Skakdi del Ghiaccio, un ex Cacciatore Oscuro ed uno dei Piraka.

BiografiaModifica

Primi anniModifica

Thok viveva in origine su Zakaz, in relativa tranquillità. Dopo alcuni esperimenti di Makuta Spiriah, gli Skakdi vennero mutati in guerrieri super potenziati e sull'isola scoppiò una guerra civile. Thok un giorno attaccò una base dei cacciatori oscuri per rubare delle armi, ma venne catturato e portato su Odina. Qui L'Oscuro, notando le sue potenzialità, lo convinse ad unirsi alla sua organizzazione. 

Cacciatore OscuroModifica

Alcuni anni dopo, Thok si unì a ZaktanReidakHakann e Vezok in un tentativo di rovesciare l'oscuro dal comando. Dopo aver eluso le sue guardie, gli skakdi penetrarono nella fortezza, ma vennero avvertiti da Darkness che l'oscuro era a conoscenza dei loro piani. Tentarono allora di fuggire, ma l'oscuro, sfruttando la sua capacità di controllare i corridoi del castello, condusse i ribelli al suo cospetto. Il sovrano attaccò Zaktan per punirlo, trasformandolo in una massa di Protodite incontrollata. Lasciò comunque in vita i ribelli. Un migliaio di anni dopo, Thok fu inviato dall'oscuro su Metru Nui per rapire Dume, in quanto il Turaga si opponeva ad un'alleanza con la città. Thok però fallì e l'oscuro decise di invadere Metru Nui con il suo esercito. Diversi anni dopo il Grande Cataclisma, Thok, Zaktan e Reidak furono inviati, insieme ad altri cacciatori, a difendere una Fortezza dei Makuta che era in possesso dei cacciatori. Un esercito di Visorak la assaltò e gli skakdi collaborarono per difenderla, ma furono costretti a fuggire quando la situazione si fece irrecuperabile. I tre furono gli unici sopravvissuti della battaglia.

PirakaModifica

Un giorno Thok, Zaktan, Hakann, Avak, Vezok e Reidak decisero di abbandonare l'organizzazione e si diedero il nome di Piraka. Il gruppo viaggiò a Metru Nui ed entrò nel Mangaia, la tana di Teridax, in quanto delle voci dicevano che il Makuta era stato ucciso. Tra i vari oggetti trovati, tra cui l'armatura di Teridax e la sua maschera, Hakann recuperò la Lancia della Fusione e la usò accidentalmente su Vezok, creando da lui Vezon. Teridax impiantò poi nelle menti dei Piraka l'idea di trovare la Kanohi Ignika, una maschera dai poteri leggendari nascosta su Voya Nui. Due Mana Ko attaccarono poco dopo i presenti, che furono costretti a fuggire fin su Mata Nui. Contemporaneamente Vezon partì da solo alla ricerca della maschera. I Piraka scoprirono poi su Mata Nui sei Canestri Toa e li utilizzarono per raggiungere rapidamente l'isola di Voya Nui. Dopo aver incontrato il Matoran Garan, Thok si riunì agli altri e i Piraka si proclamarono "Toa" ai Matoran, in modo da farsi aiutare nel loro intento. Pensando che la Ignika si trovasse sotto il Monte Valmai, un vulcano attivo, i Piraka ordinarono ai Matoran di drenare la lava del vulcano. Per evitare ogni possibile rivolta da parte dei lavoratori, i Piraka schiavizzarono poi tutta la popolazione con Zamor contenente Antidermis, una sostanza custodita da Zaktan. La notte stessa i Toa Nuva arrivarono sull'isola cercando anche loro la maschera della vita. Mentre Reidak e Hakann li raggiungevano per combatterli, un gruppo di Matoran scampato alla strage attaccò la Roccaforte dei Piraka e rubò un Lanciatore Zamor.
Comic Thok and Reidak Discover Vezon's Canister

Thok e Reidak scoprono il canestro di Vezon

Thok e Vezok inseguirono Balta, il ladro, portandolo in una grotta e sigillando l'entrata con un masso. I due Piraka raggiunsero poi i loro soci e in una breve battaglia sconfissero i Toa Nuva. Zaktan ordinò agli altri di gettare i Toa nel vulcano, ma arrivati al cratere, i Piraka furono sopresi da un'eruzione e fuggirono, abbandonando i Toa. Più tardi Thok e Avak iniziarono a cercare i fuggitivi nella Cintura Verde e realizzarono che la Ignika doveva trovarsi sotto la foresta, vista la sua illogica fertilità. Ritornarono quindi alla roccaforte, dove Avak chiuse Zaktan in una delle sue prigioni, accusandolo di aver deviato i pensieri dei Piraka sul vulcano come diversivo. Thok si autoproclamò nuovo leader del team, ma Hakann arrivò nella sala con un nuovo alleato, Brutaka. Thok e Avak iniziarono a combatterlo, mentre Hakann osservava a distanza. Reidak, arrivato subito dopo, capì che tutto ciò era causa di Hakann, perciò lo sollevò e lo schiantò su Avak, liberando Zaktan. Per di più i Toa Nuva e la resistenza di Voya Nui arrivarono, pronti a sbaragliare i Piraka. I Piraka si rifiutarono di combattere i Toa, sperando che questi potessero eliminare Zaktan al posto loro, ma Zaktan chiese disperatamente aiuto a Brutaka in cambio dell'antidermis. Brutaka allora eliminò i Toa e li prese con sé, mentre i Matoran vennero fatti prigionieri dai Piraka. In seguito, dopo una breve lite tra i Piraka, Zaktan ordinò a Thok e Reidak di cercare Vezon, temendo che avesse già trovato la maschera. I due skakdi trovarono il suo canestro vuoto e iniziarono a seguire le sue impronte, ma vennero fermati da Axonn. Il guerriero li sconfisse, dopodiché disse loro che Vezon aveva già trovato la Ignika ed era diventato un suo guardiano. Prima che potesse eliminare i Piraka, Axonn venne però attaccato alle spalle da Brutaka, e Thok e Reidak scapparono. I Piraka, tranne Zaktan, crearono poi una zamor speciale con cui risucchiare i poteri di Brutaka, in modo da non avere più problemi ad eliminare Zaktan. Quando i Toa Inika arrivarono su Voya Nui, si accesse un'aspra battaglia nella roccaforte tra i due team. Thok affrontò prima Hahli e poi Matoro. Quando Hakann scagliò la zamor speciale a Brutaka, Thok si lanciò contro di lui e lo toccò, ricevendo metà dei poteri di Brutaka. I due super-potenziati Piraka presero il controllo della battaglia e sconfissero tutti i presenti, dopodiché costrinsero Brutaka a rivelare la posizione dell'accesso alle 777 Scale. Sul percorso, Thok e Hakann iniziarono però a combattere fra di loro e furono raggiunti dai Toa e dagli altri Piraka. Hewkii scagliò una nuova zamor contro di loro, che invertì gli effetti della precedente e fece tornare i due normali. La battaglia rivelò l'accesso alle scale e i Piraka partirono per primi attraverso di loro per raggiungere la Ignika. Per prima cosa il gruppo si trovò nella zona degli incubi, una camera in cui le peggiori paure dei presenti diventavano realtà.
ThokHakannPowerZap

I poteri rubati da Thok e Hakann ritornano a Brutaka

I Piraka incontrarono Irnakk, un mostro della mitologia skakdi, che eliminò tutti i presenti tranne Zaktan. Il leader dei Piraka riuscì a superare il mostro, rivelando che era solo un'illusione. Nella camera successiva, i Piraka furono informati da una voce che solo collaborando allo stesso tempo avrebbero potuto proseguire. Reidak però agì da solo e tutti caddero in una pozza sotterranea. Vezok riuscì comunque a trovare una via d'uscita e i Piraka si ritrovarono al Cancello della Camera di Lava, dove affrontarono e sconfissero i Toa Inika. Arrivati alla Camera della Vita, Thok e gli altri incontrarono infine Vezon, il guardiano finale della maschera, e Fenrakk, il suo destriero. Dopo delle fallimentari trattative, Vezon fuse con la lancia della fusione Vezok e Reidak in un unico essere, che sconfisse gli altri presenti. I Toa Inika arrivarono nella camera e riuscirono a sconfiggere Vezon, prendendo la maschera, ma Kardas sferrò un colpo alla Ignika, che volò via attraverso le 777 scale e, tornata su Voya Nui, cadde in mare. I Piraka, notando di essere terminati in inferiorità numerica, decisero di ritirarsi temporaneamente.

MutazioneModifica

I Piraka decisero comunque di proseguire la loro missione e attraversarono la corda, un passaggio che connetteva Voya Nui a Mahri Nui. Sul percorso vennero mutati dal Mutageno del Pozzo, assumendo l'aspetto di serpenti marini e perdendo la capacità di respirare sulla terra ferma. Dopo aver ucciso un gruppo di Zyglak, i Piraka attaccarono i Toa Mahri /Toa Inika mutati), che stavano scortando i Matoran di Mahri Nui su Voya Nui. Axonn però intervenì e catturò tutti i Piraka, consegnandoli all'Ordine di Mata Nui. Thok e gli altri vennero quindi portati su Daxia e posti in una vasca d'acqua per sopravvivere. Quando Teridax rase al suolo Daxia, i Piraka furono salvati da un gruppo di skakdi e portati su Zakaz, dove vennero gettati in una vasca di Protodermis Energizzato con un Vortixx, uno Zyglak e un lavoratore di Stelt. Dalla vasca fuoriuscì una creatura mostruosa.

Personalità e poteriModifica

Comic Thok

Thok genera due raggi energetici

Thok era estremamente solitario e la presenza degli altri lo irritava. Era anche scaltro e manipolativo, formando e sciogliendo alleanze un po' con tutti i Piraka. Sapeva infatti che i Piraka non si fidavano l'uno dell'altro ed aveva intenzione di usare ciò a suo favore. In combinazione con un altro skakdi, Thok poteva controllare il Ghiaccio ed aveva una naturale resistenza alle temperature basse. La sua visione poteva disorientare e causare vertigini nel nemico e inoltre Thok poteva animare gli oggetti animanti intorno a lui, come rocce o pareti, e controllarle.

StrumentiModifica

Thok possedeva una Pistola di Ghiaccio, con cui poteva incanalare i suoi poteri elementali. Su Voya Nui portava anche con sé un lanciatore zamor. Ha perso entrambe le armi dopo la sua mutazione.

SetModifica

Thok

Thok come set

All'inizio del 2006, Thok è stato rilasciato come set medio nel set 8905. Conteneva 42 pezzi, tra cui quattro sfere verdi, rappresentanti zamor. I pezzi di Thok sono poi stati rilasciati nel set di Irnakk (8626), anche se la sua spina e la sua testa erano di colore dorato. Thokè stato rilasciato anche come minifigure nei playset del 2006 con codice 8892, 8894 e 8624. Sempre nell stesso anno, Thok è stato rilasciato in una promozione Nestle in un set con numero 6995, chiamato White Piraka - Thok. Era composto da soli tre pezzi.

CitazioniModifica

"Reidak, esiste un nuovo passatempo chiamato "pensare" - dovresti davvero provarlo."

Thok a Reidak, Vengeance of Axonn

"Cosa succede ora? Le pareti si chiudono? Un attacco di mosche infuocate? L'oscuro canta?"

Thok, Inferno


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale