FANDOM


Maxilos sono robot guardiani utilizzati dall'Ordine di Mata Nui.

StoriaModifica

I Maxilos vennero progettati e realizzati da Artakha. Mentre alcuni di loro furono posti su Daxia per proteggerla, la maggior parte dei robot fu inviata nel pozzo per aiutare Hydraxon nelle sue mansioni. Quando il Grande Cataclisma distrusse il pozzo e lasciò fuggire i suoi prigionieri nell'oceano, i Maxilos si addentrarono nel mare, aiutati dai loro Mastini Energetici, per ricatturare i prigionieri, ma con scarsi risultati. Uno di loro invece, affiancato da Spinax, rimase a sorvegliare le rovine del pozzo. Un migliaio di anni dopo, Teridax si addentrò nell'oceano ed iniziò a cercare un corpo in cui contenere la sua energia. Dopo aver seguito i Toa Mahri nel pozzo, il Makuta trovò il robot di guardia nella prigione e ne prese il controllo. Poco tempo dopo il nuovo Hydraxon catturò Matoro e lo portò nella prigione, ponendo il Maxilos a controllarlo. Maxilos rivelò al Toa di essere Teridax, ordinandogli di non dirlo a nessuno, dopodiché lo liberò dalla sua gabbia e i due tornarono a Mahri Nui, dove si riunirono con gli altri Toa e il gruppo decise di dividersi per cercare la Ignika. Maxilos e Matoro, partiti insieme, incontrarono dopo poco Pridak e il suo esercito di Takea, che li attaccarono. Non avendo intenzione di farsi riconoscere ora dal Barraki, Maxilos/Teridax non prese parte allo scontro.
Comic Maxilos Frees Matoro Mahri

Maxilos/Teridax libera Matoro

Dopo la fine della battaglia, ripartì con Matoro e lo guidò tra le rovine del pozzo, dove costrinse il Toa a rianimare il corpo di Tuyet per tentare di ricostruire la Pietra Nui con i frammenti rimasti nella sua armatura. Dopo un breve incontro con Hahli, Maxilos e Matoro ricevettero la Lancia di Artakha da Icarax. Teridax fu poi costretto ad affrontare il folle Karzahni, anch'esso giunto nei pressi del pozzo, che riuscì a sconfiggere e scagliare nelle profondità degli abissi. Iniziò quindi a ricostruire la presunta pietra Nui con la lancia di Artakha, ma venne nuovamente fermato, ora da Brutaka, che aveva riconosciuto nel Maxilos il Makuta di Metru Nui. Dopo un breve duello, che ebbe come conseguenza la sparizione della lancia di Artakha per mano di Botar, Teridax venne informato da Brutaka che Hydraxon era in possesso della Ignika. Non volendo perdere il controllo degli eventi che riguardavano la maschera, Maxilos/Teridax lasciò la zona e incontrò Hydraxon, che tentò di convincere a ricatturare gli ex prigionieri del pozzo. Il carceriere, ossessionato dalla maschera della vita, rifiutò e Teridax in risposta lo attaccò, scatenando un aspro conflitto fra i due. Durante la battaglia, il robot venne danneggiato e reso inutilizzabile in alcuni punti. Hydraxon causò poi un'esplosione con il suo Blaster Cordak, generando una frana che portò i due nei pressi dei Denti della Balena Rasoio.
Comic Hydraxon and Spinax Discover Destroyed Maxilos

Hydraxon scopre i resti del Maxilos

Qui Maxilos incontrò Takadox, che tentò di ipnotizzarlo. Non influenzato minimamente, Teridax scagliò via il Barraki e tornò alla ricerca di Hydraxon, ma venne subito dopo congelato in un blocco di ghiaccio da Matoro. Per sua fortuna, Jaller sciolse involontariamente il blocco di ghiaccio con un getto di fuoco e Teridax/Maxilos, affiancato nuovamente da Spinax, trovò e attaccò Hydraxon, permettendo a Matoro di entrare in possesso della Ignika. Tolto di mezzo il carceriere, il robot affrontò i Barraki, rivelando la sua vera identità. Sconfitti i Barraki, Teridax ricevette le suppliche di Takadox, che gli mostrò una Tessera di Transito ed implorò pietà. Dopo averlo posto in un'illusione, che portò Takadox allo svenimento, il Makuta scoprì che i Barraki si erano finti sconfitti per ammassare nel frattempo le loro armate, che vennero scagliate furiosamente sul robot. Con il Maxilos gravemente danneggiato e quasi distrutto, Teridax abbandonò il suo corpo e lasciò la zona. Hydraxon scoprì poi i resti del robot, cercando di capire se il Makuta fosse morto o solo fuggito. Gli altri Maxilos aiutarono nei giorni seguenti Hydraxon a ricatturare gli ex prigionieri del pozzo e quindi a sorvegliarli. Dopo la morte di Teridax, tutti i Maxilos sono migrati sulla riformata Spherus Magna.

Abilità e caratteristicheModifica

Maxilos&SpinaxSet

Maxilos e Spinax come set

I Maxilos sono robot avanzatissimi ed incredibilmente resistenti. Sono impermeabili e possono svolgere le loro funzioni sott'acqua per anni e anni senza danneggiarsi. Sono in grado di generare getti di fuoco nero tramite le loro lance. Possono inoltre parlare la lingua Matoran tramite un sintetizzatore vocale.

StrumentiModifica

Ogni Maxilos è equipaggiato con un Blaster Cordak e una lancia, che può generare getti di fuoco nero.

SetModifica

Maxilos è stato rilasciato insieme a Spinax come set titano nell'estate del 2007. Il set, compreso Spinax, conteneva in tutto 256 pezzi e il suo codice era 8924.



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale