FANDOM


Matoran oscuri Matoran dell'ombra sono Matoran privati della loro luce interiore e il cui elemento principale è diventato l'oscurità. Non esistono naturalmente, ma vengono creati in modo artificiale.

StoriaModifica

Makuta TridaxChirox e Mutran svilupparono la tecnica di risucchiare la luce di un essere tramite le sanguisughe d'ombra. Il primo Matoran oscuro fu Vican, che si sottopose volontariamente agli esperimenti di Mutran e, una volta trasformato, divenne il suo assistente. Poco dopo a Vultraz toccò la stessa sorte. Quando i Makuta invasero Karda Nui, diversi Av-Matoran vennero trasformati in Matoran oscuri per prevenire la nascita di potenziali Toa della luce. Gavla fu la prima di loro ad essere mutata, per opera di Chirox. Quando Matoro utilizzò la Kanohi Ignika a Karda Nui per resuscitare il Grande Spirito, generò un lampo di luce che accecò tre dei Makuta (Chirox, Vamprah e Antroz), i quali decisero allora di usare tre Matoran oscuri (rispettivamente Kirop, Gavla e Radiak) come occhi, servendosi di un collegamento telepatico. Tempo dopo Vican scoprì accidentalmente che il Klakk, un Rahi volante, poteva distruggere la barriera mentale che impediva alla luce di tornare nel corpo di un Matoran oscuro. Una volta libero, informò di ciò Takanuva, che si impegnò così a curare tutti i Matoran oscuri di Karda Nui. Vultraz è rimasto l'ultimo Matoran oscuro e, siccome il Matoran non si trova più nella dimensione principale, in essa non vi sono attualmente Matoran oscuri.

CaratteristicheModifica

Vultraz

Vultraz, l'ultimo Matoran oscuro rimasto

Quando ad un Matoran viene sottratta la sua luce interiore, quel Matoran perde il suo elemento naturale, che viene rimpiazzato dall'oscurità, il cui si potere si manifesta nella capacità di generare piccole esplosioni oscure. Matoran oscuri che in origine erano Av-Matoran possono anche, al contatto, condividere con un Toa o un Makuta la propria memoria e i propri ricordi. Quando un Matoran viene trasformato, una barriera mentale si forma intorno a lui ed impedisce che la luce gli ritorni in modo naturale. Il Matoran diviene poi intrinsecamente malvagio e tratti della sua personalità sono eliminati. Solo le sanguisughe d'ombra, l'Avsa e il pungiglione di Gorast possono risucchiare la luce di un essere, per quanto si sappia. Molti Matoran oscuri hanno inoltre subito esperimenti da parte di Mutran, ottenendo perciò elementi come artigli e ali, e molte delle loro Kanohi sono state rimpiazzate considerate "immorali" (come la Jutlin o la Shelek).

Matoran oscuri conosciutiModifica

  • Gavla (non più, curata)
  • Kirop (non più, curato)
  • Radiak (non più, curato)
  • Vican (non più, curato)
  • Vultraz
  • Un Matoran oscuro gettato da Chirox in una vasca in cui Mutran conduceva esperimenti (fuso con un Rahi, probabilmente deceduto)