FANDOM


"Non ho amici, solo nemici che non ho ancora ucciso."

—Mantax a HahliPrisoners of the Pit

Mantax è un riservato e diffidente Barraki ed ex membro della Lega dei Sei Regni.

BiografiaModifica

Lega dei sei RegniModifica

Mantax era in origine un membro della lega dei sei regni e dominava la parte centrale dell'universo. Era molto riservato e raramente informava gli altri Barraki delle sue intenzioni e dei suoi accordi. Una volta, addirittura, strinse patti commerciali con Metru Nui e Xia senza prima consultare gli altri. Fu presente ad un incontro tra i Barraki e la Confraternita dei Makuta, durante il quale i Makuta vennero costretti ad aiutare la lega. Insieme a Pridak e agli altri, Mantax tentò poi di rovesciare il dominio di Mata Nui, ma il colpo di stato venne fermato a sorpresa da un attacco preventivo della confraternita. Teridax, dopo la vittoria, pianificò di giustiziare i Barraki, ma Botar apparve e teletrasportò i sovrani nel pozzo. Le armate dei Barraki si sgretolarono e i loro nomi vennero cancellati da tutti i documenti.

Il pozzoModifica

Mantax rimase imprigionato nella sua cella per decine di migliaia di anni, arrivando infine alla conclusione che uno dei Barraki aveva tradito gli altri. 80000 anni dopo la loro sconfitta, un terremoto colpì la cupola in cui si trovava la prigione, aprendola e riempiendola d'acqua. Hydraxon, il carceriere del pozzo, venne ucciso nel tumulto e i prigionieri ebbero l'occasione per scappare.
Comic Mantax Searching for Tablet of Transit

Mantax, tra le rovine del pozzo, cerca la tessera di transito

Fuggendo nelle acque nere che circondavano la prigione, vennero quindi mutati dal Mutageno del Pozzo e divennero in grado di respirare solo sott'acqua. I Barraki divennero con il tempo i sovrani delle creature marine del luogo e Mantax divenne il leader di un esercito di razze. Ancora convinto che qualcuno dei suoi compagni avesse tradito il team, Mantax iniziò poi a rovistare tra le rovine del vecchio pozzo, cercando una prova che confermasse la sua teoria. Mantax una volta divorò metà della covata di calamari marini di Kalmah, portando Kalmah a vietare a tutti i Barraki l'accesso alla sua Octo Caverna. Un migliaio di anni dopo, una potente maschera, la Kanohi Ignika, apparve nei dintorni di Mahri Nui. Su ordine di Pridak, i Barraki si divisero ed iniziarono a cercare la maschera, che speravano potesse aiutarli a fuggire dal mare. Mantax, invece di cercare la maschera, tornò nel pozzo per trovare la prova che desiderava. Takadox e Kalmah lo seguirono e rimasero intrappolati nel pozzo, dove un gruppo di Zyglak attaccò i tre Barraki. Riuscirono a fuggire dalle creature con l'aiuto di Nocturn. Più tardi, Mantax e Kalmah scoprirono che un Po-Matoran era in possesso della maschera e si era nascosto in una caverna per distruggerla. La Ignika, sentendosi minacciata, trasformò un'Anguilla Velenosa in un mostro di 90 metri, che scaraventò via Dekar e Kalmah. Mantax scappò e incontrò Pridak, informandolo di ciò che era accaduto. Lui, Pridak e Kalmah tentarono quindi di fermare l'anguilla gigante, ma furono costretti a ritirarsi e si riunirono con Carapar ed Ehlek.
Comic Mantax with Ignika

Mantax in possesso della maschera

Il gruppo tornò da Dekar e, dopo il vano tentativo di ottenere la maschera da parte di Brutaka, che venne portato via, Pridak riuscì a strappare la maschera al Matoran. La Ignika generò però un'onda luminosa, che trasformò i Toa Inika in Toa Mahri. I Barraki si recarono poi nei Campi d'Aria, dove conobbero i Toa Mahri. Dopo averli scortati e imprigionati in delle caverne subacquee, Mantax e gli altri, non fidandosi l'uno dell'altro, diedero la maschera a Nocturn, affinché la conservasse. Nocturn tuttavia perse la maschera e i Toa Mahri fuggirono, facendo pensare ai Barraki che avessero preso la maschera. Mantax, sperando di scovare qualche Toa, si nascose sotto la sabbia, in attesa, e, quando Hahli si avvicinò a lui, le saltò addosso. Il Barraki riuscì ad avvelenarla con le sue pinze, ma Hahli si curò con il potere della sua Faxon. Alla fine i due raggiunsero un accordo e Mantax la rese comandante del suo esercito marino. I due incontrarono poi Hydraxon, vivo e vegeto (in realtà era una perfetta copia dell'originale, creata dalla Ignika), che stava tentanto di distruggere la maschera della vita. Hahli fermò il carceriere e Mantax ne approfittò per prendere la maschera, che lo maledisse e gli diede la capacità di assorbire l'energia vitale di chi gli stava vicino. Sconfitti sia Hydraxon che Hahli, ordinò poi ai Barraki di riunirsi ai Denti della Balena Rasoio. Qui parlò loro della sua teoria del traditore e mostrò la tessera di transito, che dopo lunghe ricerche era riuscito a trovare. Ordinò poi al traditore di farsi avanti, ma in quel momento un'esplosione causata dallo scontro fra Teridax e Hydraxon investì i Barraki e Takadox, che si rivelò essere il traditore, tentò di uccidere Mantax. Fu però fermato da Matoro e Mantax tentò di riprendere la Ignika, ma venne intercettato e tramortito da Jaller. I Barraki poco dopo si riunirono per affrontare un Maxilos, che si rivelò essere posseduto da Teridax.
Comic Power Sword In Use

Mantax attaccato da Jaller

Mantax e gli altri finsero di essere stati rapidamente sconfitti da Teridax, approfittando della sua distrazione per allestire le loro armate marine. Le orde si scagliarono così in un massivo attacco contro il robot, distruggendolo. I sovrani posero poi la loro attenzione sui Toa Mahri, che erano in possesso della maschera della vita. Mantax e gli altri affrontarono i Toa per tentare di raggiungere Matoro e prendergli la Kanohi, ma all'improvviso i Toa Mahri vennero teletrasportati su Metru Nui e i Barraki persero la loro occasione di riottenere la libertà. Pridak chiese in seguito a Mantax di recuperare per lui il vecchio elmo di Hydraxon, che il Barraki ritrovò nelle rovine del pozzo. Hydraxon riuscì poi a ricatturare e imprigionare Pridak, Ehlek e Kalmah, costringendo Mantax a nascondersi. Venne però anch'esso ricatturato poco dopo.

Ordine di Mata NuiModifica

Minifig Barraki Mantax

Mantax come minifigure

L'Ordine di Mata Nui poco dopo propose ai Barraki di uscire dal pozzo e in cambio combattere contro la confraternita, oppure morire. Pridak ovviamente accettò e Mantax, Kalmah e Ehlek vennero da lui inviati su Xia poco tempo dopo. Qui proposero all'oscuro un'alleanza tra i Barraki e i Cacciatori Oscuri. L'oscuro possedeva infatti dei Virus e i Barraki sapevano come utilizzarli per sconfiggere Teridax. L'oscuro accettò, ma i loro piani non vennero messi in atto, in quanto Teridax prese il controllo dell'universo e l'oscuro scomparve. Dopo la morte di Teridax, Mantax è migrato sulla riformata Spherus Magna e Mata Nui ha usato i suoi poteri per curare tutti coloro che erano stati mutati dal mutageno del pozzo, rendendoli anfibi.

Personalità e poteriModifica

Mantax set

Mantax come set

Mantax è molto riservato ed isolato dagli altri Barraki. I Barraki, dal canto loro, non si fidano affatto di lui, ma lo tollerano per la sua intelligenza e le sue abilità. Mantax parla raramente con qualcuno e ama stare in silenzio, anche per non rivelare agli altri i suoi piani e le sue teorie. È stato inoltre l'unico tra i Barraki ad aver realizzato che qualcuno del team aveva tradito gli altri ed è riuscito a trovare la prova per dimostrarlo. Dopo la sua mutazione, Mantax ha iniziato a produrre naturalmente un potente veleno paralizzante, che poteva iniettare tramite le sue grosse pinze. Era anche in grado di avvertire campi elettrici ed elettromagnetici. Quando la sua mutazione è stata curata, Mantax ha perso queste abilità.

StrumentiModifica

Mantax possedeva un Lancia-Calamari, donatogli da Kalmah, con cui poteva scagliare a gran velocità calamari marini. Lo strumento gli è stato sequestrato poi dall'ordine dopo la sua cattura.

EsercitoModifica

Mantax, sott'acqua, governava un esercito di razze, native di Aqua Magna. Dopo la sua cattura da parte del nuovo Hydraxon, la sua orda si è sgretolata.

SetModifica

Mantax libretto

Mantax nel libro delle istruzioni

Mantax è stato rilasciato nell'inverno del 2007 come set medio. Il suo codice era 8919 e conteneva 58 pezzi. Poteva essere combiano con Carapar (8918) e Ehlek (8920) per formare una tartaruga da guerra del pozzo. Le istruzioni furono rilasciate nel Magazine LEGO del gennaio 2007. Poteva inoltre essere combinato con Carapar, Nuparu (8913) e Matoro (8915) per formare un Manutri. Mantax è stato inoltre rilasciato come minifigure dei playset dello stesso anno 8925 e 8927.

CitazioniModifica

"Non sarebbe la prima volta che Mantax mette le sue mani su un tesoro e lo tiene lontano da noi."

—Kalmah, Mask of Life, Mask of Doom

"La prima volta che ho seguito Pridak, sono stato condannato al pozzo. La seconda volta, la mia dimora è stata distrutta da una città Matoran. Come distruggerà la mia vita questa volta, mi chiedo?"

Mantax, City of the Lost

"Voi volete che condivida con voi il potere della maschera della vita. Io voglio il traditore. Uno di voi ora confesserà e verrà punito - o nessuno di voi vedrà mai più questa maschera!"

—Mantax, Downfall


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale