FANDOM


"Noi non siamo Toa! Siamo Piraka. Ladri, assassini e, quando avremo la maschera della vita, sovrani. I Toa non possono fermarci, i cacciatori oscuri non possono metterci in riga e forse anche i giorni in cui prendevamo ordini da te sono finiti."

Avak a Zaktan, Island of Doom

Avak è uno Skakdi della Roccia, un ex Cacciatore Oscuro ed uno dei sei Piraka. In questo momento è fuso nell'Essere Dorato.

BiografiaModifica

ZakazModifica

Avak viveva in origine su Zakaz, dove regnava la pace. Un giorno l'isola fu invasa da Spiriah, che mutò con degli esperimenti gli Skakdi, rendendoli guerrieri superpotenziati. Questi eventi portarono allo scoppio di una guerra civile sull'isola. Avak utilizzò i suoi poteri di creare prigioni con la mente per divenire un carceriere. Un giorno imprigionò un cacciatore oscuro e l'oscuro inviò dei soldati a liberarlo. Durante la battaglia, Avak fu catturato e portato su Odina, dove per le sue competenze e i suoi poteri venne reclutato nell'organizzazione, nonostante la sua natura ribelle.

Cacciatori OscuriModifica

Durante una delle sue missioni, Avak si recò a Metru Nui con Reidak e Vezok per risvegliare il Drago Kanohi dalla sua prigione. Dopo aver liberato il Rahi, i tre cacciatori contattarono Dume, per costringerlo a stabilire una base dei cacciatori oscuri su Metru Nui in cambio di protezione dal drago Kanohi. Sul posto giunsero però i Toa Mangai, costringendo Avak e gli altri a fuggire. Avak partecipò anche ad una missione con Zaktan, durante la quale i due trovarono e uccisero un Toa del Plasma. Avak in seguito costruì la Motocicletta di Destral, che fu poi rubata dalla Confraternita dei Makuta durante una battaglia.

PirakaModifica

543px-Promo Art Avak

Avak

Avak ed altri cinque Skakdi, quando giunse loro la notizia che Teridax era stato ucciso, decisero di abbandonare Odina e scapparono, arrivando a Metru Nui ed iniziando ad esplorare la tana del Makuta, il Mangaia. Il gruppo decise di prendere il nome di Piraka. Durante la ricerca, Hakann trovò e utilizzò la Lancia della Fusione su Vezok, creando Vezon. Poco dopo nella mente di ognuno fu impiantata (da Teridax) l'idea di cercare e trovare la Kanohi Ignika, maschera leggendaria dagli enormi poteri. I Piraka furono poi attaccati da due Mana Ko, che li inseguirono fin sull'isola di Mata Nui. Qui i sei trovarono sei Canestri Toa e pensarono di utilizzarli per raggiungere l'isola di Voya Nui, dove doveva trovarsi la Ignika. Dopo un rapido viaggio, Avak e gli altri raggiunsero l'isola, con l'intento di trovare al più presto la maschera. Per farlo, si finsero Toa ai Matoran locali, convincendoli a lavorare per loro. Zaktan, il leader dei Piraka, ipotizzò che la maschera si trovasse sotto il Monte Valmai, il vulcano dell'isola, perciò ordinò ai Matoran di drenare il vulcano. Su ordine di Zaktan, Avak iniziò poi a costruire sei Lanciatori Zamor. Avak e Hakann capirono presto che i Matoran stavano iniziando a perdere fiducia nei nuovi "Toa" e, per convincerli a pieno, i due crearono un mostro di lava e roccia, che Hakann guidò sui Matoran. Avak "combatté" contro la creatura e la sconfisse, salvando i Matoran e convincendo buona parte di loro delle sue buone intenzioni, ma alcuni Matoran rimasero sospettosi ed uno di loro rubò con successo uno dei lanciatori Zamor. Avak lo inseguì, ma fu malamente atterrato da uno di loro, decidendo poi di fare ritorno alla Roccaforte dei Piraka. I Piraka, per non avere più problemi, usarono poi i loro lanciatori per schiavizzare tutti i Matoran, attraverso delle Zamor piene di Antidermis (anche se sei di loro riuscirono a fuggire). Nello stesso periodo arrivarono sull'isola i Toa Nuva, anch'essi con l'intenzione di trovare la Ignika. Avak affrontò e sconfisse Kopaka, mentre i suoi compagni atterrarono facilmente gli impreparati Toa. Zaktan ordinò poi che fossero gettati nel vulcano e Avak e gli altri li portarono fino al monte Valmai, ma un'eruzione li costrinse a fuggire, lasciando a terra i Toa. Mentre cercavano i Toa, Avak e Thok arrivarono alla conclusione che la Ignika doveva trovarsi nella Cintura Verde, l'unica foresta dell'isola, vista la sua floridezza. I due tornarono alla roccaforte per punire Zaktan, che secondo loro li aveva fatti concentrare sul monte Valmai come diversivo per trovare da solo la maschera. Avak chiuse il Piraka in una delle sue prigioni mentali, mentre Thok si autoproclamò nuovo leader del team. In quel momento arrivarono Hakann e Brutaka, un ex guardiano della maschera della vita e nuovo alleato di Zaktan. Avak e Thok iniziarono a combattere Brutaka, mentre Hakann rimaneva in disparte. Nella sala giunse Reidak, che capì che tutto ciò era opera di Hakann. Sollevò quindi il Piraka e lo scagliò su Avak, che svenì, liberando Zaktan.
Cave of Records

Avak e Vezok nella caverna dei registri

Dopo una rapida battaglia con i Toa Nuva, gestita da Brutaka, i Piraka catturarono i Matoran della resistenza, anche se questi riuscirono poi a fuggire. In seguito, Avak offrì a Vezok un'alleanza per trovare la maschera, ma Vezok rifiutò. I due vennero subito dopo attaccati da Axonn, nascosto nel bosco, che inseguirono nella boscaglia. I due trovarono in quel momento una caverna piena di libri e documenti che raccontavano la storia dell'isola. Vezok distrusse ogni cosa, ma Axonn murò la caverna, lasciando i due intrappolati dentro per diverse ore. Tornati alla base, collaborarono con Hakann per creare una Zamor speciale, con cui assorbire i poteri di Brutaka per passarli a loro. I Toa Inika giunsero sull'isola non molto tempo dopo e raggiunsero subito la roccaforte, dove si generò un conflitto, che coinvolse anche Brutaka, tra le due parti. Durante la battaglia, Hakann usò la Zamor speciale da solo, colpendo Brutaka e assorbendo i suoi poteri. Thok lo toccò all'ultimo secondo, ottenendo metà di essi. I Toa e i Piraka furono tutti sconfitti dai due super guerrieri e Hakann e Thok costrinsero Brutaka a rivelare la posizione della Ignika, dopodiché partirono per la cintura verde. Toa e Piraka strinsero un'alleanza temporanea e Avak creò una Zamor con cui invertire gli effetti della precedente. Lui e gli altri localizzarono poi Hakann e Thok e nella battaglia generata i due Piraka persero i loro poteri, che tornarono così a Brutaka. I Piraka si ripresero per primi dallo scontro ed iniziarono la discesa delle 777 Scale, la via verso la Ignika. Sul percorso, i Piraka raggiunsero una zona in cui i loro peggiori incubi diventavano realtà. Davanti a loro apparve Irnakk, una creatura mostruosa delle leggende Skakdi, che sconfisse rapidamente tutti i Piraka tranne Zaktan.
Comic Thok and Hakann Defeat Avak and Reidak

Avak e Reidak sconfitti dai super poteri di Hakann e Thok

Quest'ultimo riuscì a sconfiggere il mostro ed a superare l'illusione e il gruppo fu libero di proseguire. Avak e gli altri trovarono una nuova sala, in cui solo collaborando potevano proseguire. Reidak però tradì gli altri, facendo cadere tutti in una pozza piena di Mutageno del Pozzo. I Piraka trovarono una via d'uscita e raggiunsero il Cancello della Camera di Lava, dove affrontarono rapidamente i Toa Inika. Il gruppo raggiunse poi il guardiano finale della maschera, Vezon stesso e il suo destriero, Fenrakk. Avak creò una prigione intorno a loro e le due parti iniziarono a trattare. Vezon offrì di dar loro la maschera se avessero ucciso Vezok, ma Zaktan capì che Vezon non poteva separarsi dalla maschera, fusa alla sua testa, neanche se avesse voluto. Vezon attaccò allora i Piraka, che furono tutti sconfitti. I Toa Inika riuscirono invece ad ottenere la maschera, ma Kardas colpì la maschera, facendola volare via. Toa e Piraka iniziarono ad inseguirla, tornando in superficie, ma la maschera cadde nel mare e i Piraka fermarono temporaneamente la loro ricerca.

MutazioneModifica

Decisi a non lasciare la maschera ai Toa, i Piraka tempo dopo si avventurarono nella Corda per raggungere l'oceano. A contatto con l'acqua mutagena, Avak e gli altri vennero mutati, perdendo gli arti e parte del corpo e assumendo l'aspetto di serpenti marini. Sulla via trovarono ed uccisero un gruppo di Zyglak, dopodiché incontrarono i Toa Mahri (Toa Inika trasformati), che stavano scortando i Matoran di Mahri Nui su Voya Nui. I Piraka attaccarono i Toa e presero in ostaggio i Matoran, portando ad una situazione di stallo. Axonn però intervenì e tramortì tutti i Piraka. Li portò sull'isola e in seguito li consegnò all'Ordine di Mata Nui, che li imprigionò in una vasca d'acqua su Daxia. Dopo che Daxia fu distrutta da Teridax, i Piraka furono salvati da alcuni Skakdi, che li portarono su Zakaz. Qui Avak e gli altri vennero gettati in una vasca di Protodermis Energizzato insieme ad un Vortixx, uno Zyglak e un lavoratore di Stelt. Dalla sostanza fuoriuscì così una creatura mostrusa.

Personalità e poteriModifica

Avak

Avak come set

Avak nutriva un forte disprezzo verso coloro che gli davano ordini, tendendo ad avere un comportamento ribelle ed insubordinato. Gli altri Piraka non si fidavano di lui, come dimostrato quando lo esclusero dalla tentata rivolta contro l'oscuro. Avak era un eccellente ingegnere, capace di creare in poco tempo qualsiasi strumento o arma. In compenso non amava combattere, se non con armi a distanza, e non era neanche abile nel farlo. Dopo gli esperimenti di Spiriah su gli Skakdi, Avak ha assunto la capacità di controllare la roccia, ma solo se in combinazione con un altro Skakdi. Possedeva inoltre una visione a raggi X e poteva creare prigioni attraverso la mente per i suoi nemici, creandole in base alle loro paure. Per mantenerle aveva però bisogno di una grande concentrazione.

StrumentiModifica

Avak possedeva un Piccone Sismico, con cui creare scosse energetiche, che aveva rubato dall'arsenale dei cacciatori oscuri. Su Voya Nui Avak possedeva anche un lanciatore Zamor. Ha perso entrambe le armi quando è stato mutato.

SetModifica

Minifig Piraka Avak

Avak come minifigure

Avak è stato rilasciato all'inizio del 2006 come set medio. Il suo codice era 8904 e conteneva 49 pezzi, tra cui quattro sfere verdi, rappresentanti sfere Zamor. A causa delle scarse vendite dei set marroni tra il 2001 e il 2006, Avak è stato l'ultimo set di questo colore. Poteva essere combinato con i set di Hakann (8901) e di Zaktan (8903) per creare un Protodax. Nel corso del 2006 è stato poi rilasciato come minifigure nei playset 8894 e 8893. In una promozione Nestle, Avak è stato poi rilasciato in un piccolo set chiamato 6997 Brown Piraka - Avak, composto da soli tre pezzi.

CitazioniModifica

"Avak è uno di quegli ambiziosi, scontenti lavoratori che troveranno difficile lavorare quando avrò fatto rimuovere le sue mani."

L'Oscuro, Dark Hunters

"Quando questo sarà finito, non avrai da preoccuparti dell'acqua, o di qualsiasi altra cosa, mai più."

Avak a Balta, Island of Doom


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale