FANDOM



Saga Guides Karda Nui

Il 2008 è l'ottavo anno Bionicle ed è l'anno conclusivo della trilogia Ignition, con cui termina l'arco temporale dedicato all'Universo Matoran.

Storia

Karda Nui, il nucleo dell'universo Matoran, la Confraternita dei Makuta invia un team di invasione per prendere il controllo della regione e dei suoi Av-Matoran. Metà del team, guidata da Antroz, libera sui Matoran locali le sanguisughe d'ombra, assorbendo la loro luce per trasformali in fedeli Matoran oscuri; l'altra metà invece, capeggiata da Krika, si dirige verso la palude dei segreti, dove i tre Makuta (Krika, Bitil e Gorast) entrano in contatto con il mutageno della fanghiglia e rimangono bloccati nelle forme, oltre a perdere diversi dei loro poteri. Gli altri Makuta (Antroz, VamprahChirox e Mutran) conquistano con successo tutti i villaggi stalattite tranne uno, ma, durante la preparazione per l'assalto finale, Matoro, portando con sé la Ignika, cade dentro Karda Nui attraverso la sua grande cascata.
Av-Matoran

Tanma, Photok e Solek

Dopo aver indossato la maschera, il Toa Mahri si sacrifica per resuscitare Mata Nui e l'evento genera un bagliore di luce intensa, che acceca permanentemente Antroz, Chirox e Vamprah. Gli Av-Matoran rimasti, guidati da Tanma, vedono ciò come l'opportunità per contrattaccare, ma i Makuta ben presto scoprono di poter usare i Matoran oscuri come "occhi" per via telepatica e RadiakGavla e Kirop iniziano ad assistere i tre Makuta in battaglia. Mentre Tanma, Photok e Solek tentano perciò di abbandonare il villaggio, i Toa Nuva vengono teletrasportati da Artakha nel mezzo dello scontro. Le loro armature adattative si adattano immediatamente all'ambiente aereo, permettendo ai Toa di volare e munendoli di preziose armi in grado di contrastare i Makuta. I Toa si accorgono subito che i Matoran oscuri sono la chiave per sconfiggere i loro avversari e riescono a respingere i Makuta, che si ritirano. Il team si riunisce alla base dei Matoran, dove analizza i recenti eventi; Pohatu sembra anche ricordare di aver già visitato Karda Nui in passato, come anche i suoi compagni. Dopo aver saputo del destino di Matoro da Tanma, i Toa stabiliscono di dividersi in due gruppi: TahuGali e Onua scenderanno verso la palude dei segreti per cercare la Kanohi Ignika, mentre Lewa, Kopaka e Pohatu assisteranno gli Av-Matoran contro le forze della confraternita. A Metru Nui nel frattempo Takanuva, mentre cammina solitario lungo la costa, avverte una presenza oscura nella sua mente, che non è altri che il cacciatore oscuro Dweller. Avendo appreso da Onewa come resistere agli attacchi mentali, Takanuva si libera dalla presenza nella sua mente e localizza la posizione dell'essere negli archivi di Onu-Metru, vedendo anche che si tratta di un cacciatore oscuro. Mentre il Toa si affretta a raggiungere Onu-Metru, però, Icarax rilascia su di lui una sanguisuga d'ombra, che si attacca all'armatura di Takanuva ed inizia a risucchiare la sua luce. Nonostante il dolore lancinante, il Toa riesce a polverizzare la creatura, che è però riuscita a risucchiare metà della sua luce, avendolo trasformato in un Toa sia di luce, che di oscurità.
800px-Nuvatoka

Lewa, Kopaka e Pohatu nelle loro armature adattative

Sfinito, Takanuva cade a terra svenuto. I Toa Nuva Phantoka passano del tempo al villaggio Matoran, dove Kopaka ha una discussione con Solek e scopre dettagli riguardo il suo passato, venendo anche a sapere che Takua era in realtà un Av-Matoran e un grande amico di Solek. Dopo aver parlato, Solek dona al Toa una chiave di volta e gli dice che, stando alla leggenda che circola, può risvegliare il Grande Spirito insieme ad altri cinque chiavi di volta identiche. Poco dopo i Toa notano l'avvicinarsi di un Matoran oscuro e lo catturano senza troppe difficoltà. Il Matoran è Kirop, l'ex leader dei Matoran di Karda Nui. Nella palude intanto i tre Toa si dividono per impiegare meno tempo nella ricerca e Tahu scopre poco dopo il Codrex, una misteriosa e grossa struttura al centro della palude. Tentando di avvicinarsi, viene però respinto dal suo potente campo energetico e cade su una piccola isoletta della palude, dove Krika lo nota. Il Makuta lo attacca iniziando a risucchiare il suo calore, e discutendo con lui dei progetti della confraternita e dei dubbi che nutre per loro. Tahu, in difficoltà, lancia un raggio di fuoco verso il cielo, simbolo di richiesta di aiuto per i suoi compagni. All'interno del nido delle sanguisughe d'ombra, Antroz ordina a Mutran e Chirox di creare un Rahi in grado di volare. I due Makuta litigano sul modo migliore per farlo e Chirox getta nella vasca del Rahi un Matoran oscuro, creando un mostruoso ibrido, che Mutran non sembra apprezzare. Antroz appare però soddisfatto del lavoro e spiega che servirà a trasportare Vican, l'assistente di Mutran, verso Destral, dove chiederà ad Icarax di raggiungere Karda Nui per aiutarli. I Makuta sembrano preoccupati dal progetto, ma Antroz teme che i Toa siano troppo anche per loro, e che quindi bisogna impiegare ogni mezzo disponibile per abbatterli. Altrove, RoodakaCaraparTakadoxSpiriah e Vezon (quest'ultimo salvato da una banda di Zyglak) vengono rinchiusi insieme all'interno di una cella e Brutaka li informa che lavoreranno in gruppo, sotto il suo comando, per portare a termine una missione per l'ordine di Mata Nui. Il team raggiunge Stelt, dove riesce a rubare da un venditore locale un'imbarcazione grande abbastanza per ospitarli tutti. Poco dopo Brutaka informa i presenti che lo scopo della missione è liberare Makuta Miserix, imprigionato nella lontana Artidax.
Miserix

Miserix

In seguito Spiriah riesce a prendere il controllo della barca con l'assitenza di una flotta di Zyglak, suoi alleati, e fa invece rotta per Zakaz, deciso a vendicarsi degli Skakdi, la causa della sua rovina. Quando l'imbarcazione raggiunge l'isola, tuttavia, gli Zyglak vengono attaccati e massacrati da alcuni membri della specie di Ehlek, alleati dell'ordine di Mata Nui, mentre Brutaka sconfigge Spiriah e riprende il controllo della situazione. Lariska, cacciatrice oscura abilissima assoldata dall'ordine, si unisce poi al gruppo. Contemporaneamente Takanuva si risveglia all'interno di una sala degli archivi, dove vengono vivisezionati i corpi di Rahi morti. Incontra subito dopo due Toa non di sua conoscenza, che si presentano con i nomi di Helryx, leader dell'ordine di Mata Nui, e Krakua. Dopo avergli detto che Krakua lo ha salvato e portato al sicuro, Helryx avverte Takanuva che i Toa Nuva sono in pericolo e Krakua procede ad attaccare al volto del Toa un Kratana, che inizia a mostrargli una visione del passato dei Toa Nuva. Nella palude Onua viene assaltato da Makuta Bitil, che è assistito da alcune sue versioni passate, evocate dalla sua Mohtrek. Il Makuta sconfigge il Toa tramite il suo blaster dei fantasmi di Nynrah, che gli consente ora di controllare le parti meccaniche del corpo di Onua, e lo conduce verso la base di Krika. Onua riesce lentamente a liberarsi dai poteri del blaster, ma lo nasconde al Makuta, attaccandolo solo in un suo momento di distrazione con una potente esplosione di fango. Riesce così a fuggire, mentre le copie di Bitil cadono a terra sfinite. Bitil parte al suo inseguimento e Onua si accorge che la sua armatura adattativa lo ha ora munito di un blaster simile a quello del Makuta, perciò lo usa sul suo inseguitore per metterlo temporaneamente fuori gioco. Sotto la palude, nel frattempo, la Kanohi Ignika si risveglia e decide, affascinata dal sacrificio di Matoro, di provare cosa voglia dire vivere veramente. Usa perciò particelle raccolte dalla palude per comporsi un corpo e poi anche un velivolo per muoversi più velocemente. Uscendo dalle acque, avverte in cielo la presenza dei Toa Nuva e parte per raggiungerli, deciso a creare la sua prima amicizia. Sotto lo Stadio di Metru Nui, Teridax, in forma di Antidermis,  raggiunge un luogo misterioso, eludendo tutte le trappole presenti, e si appresta a portare a termine il suo piano. Gali viaggia attraverso la palude e nota una chiave di volta, nascosta all'interno di un albero. Cautamente, crea un pugno di acqua dalla palude e lo usa per frantumare l'albero, recuperando in tutta sicurezza la chiave. In quel momento, Gorast si rivela e assale la Toa, preparandosi a risucchiare la luce di Gali con il suo pungiglione. Gali riesce a contrattaccare, facendo quasi annegare Gorast con una bolla d'acqua intorno al suo volto, e la Makuta si tuffa nella palude per nascondersi. Gorast riesce una seconda volta a soprendere la Toa, ma Onua arriva sul posto e scaglia con forza via Gorast grazie alla sua Pakari Nuva. Gorast tenta allora di corromperlo, offrendo grandi poteri e grandi ricchezze se accetterà di unirsi alla confraternita, ma Onua ovviamente rifiuta e scappa insieme a Gali, mentre Gorast viene bloccata da un potente geyser di fango.
Comic Makuta Gorast

Gorast

Il team di Brutaka invece prosegue il suo viaggio e sbarca su una piccola isola, dove Trinuma, a seguito di un catastrofico scontro con Icarax, ha abbandonato di fretta un carico di armi. Dopo essersi armato, il gruppo viene però bloccato sull'isola dalla potente entità che vi abita, Tren Krom, che terrorizza i presenti e sonda le loro menti. Uccide inoltre Carapar, che ha tentato di attaccarlo di sorpresa. Tren Krom, appresa la situazione attuale dell'universo, decise di liberare i prigionieri, che abbandonano rapidamente l'isola per riprendere il viaggio. Alla fine riescono a raggiungere Artidax, dove Spiriah accetta di procedere per primo per scovare le varie trappole anti-Makuta presenti. Brutaka e il suo seguito entrano poi in una caverna, evitando con attenzione un filo che azionerebbe una trappola. Lasciati passare gli altri, tuttavia, Takadox taglia il filo, scatenando una frana che blocca all'interno tutti i suoi compagni, avendo così l'occasione di fuggire. Intanto gli altri Toa Nuva prendono da Kirop la loro seconda chiave di volta, ed inscenano una falsa conversazione, blaterando di un attacco al nido delle sanguisughe. Kirop, a cui la cella è stata lasciata aperta, fugge allora in fretta per informare i Makuta del piano, ma si fa a sua insaputa seguire dai Toa e dagli Av-Matoran fino al nido. Arrivato al nido, Kirop avverte disperato Mutran, che però comprende la trappola preparata dai Toa e predispone una potente illusione che faccia apparire il nido come un vasto labirinto. Kopaka ordina a Lewa, Pohatu, i Matoran e l'appena giunto "Toa" Ignika di andare alla ricerca delle sanguisughe d'ombra, mentre lui rimane con Solek per affrontare Mutran. Avvolti nell'illusione, Pohatu, Lewa, Toa Ignika e i Matoran ancora non riescono però a trovare nulla, persi in una galleria. Poco dopo Toa Ignika scompare e appare un tremendo mostro, in realtà Toa Ignika coperto da un'illusione. I Toa però non lo capiscono e attaccano la creatura, facendo infurare Toa Ignika, che decide di conseguenza di riscchiare la loro forza vitale. Kopaka intanto affronta Mutran, che ha già sconfitto agilmente Solek. Il Toa viene sorpreso da un devastante attacco mentale del Makuta, che si appresta così a finirlo con un'esplosione oscura. Solek però si riprendere e riesce a proteggere il suo compagno con una sfera di luce. Mentre Mutran rimane spiazzato, Kopaka si riprende e attacca il suo avversario con una tempesta di ghiaccio, iniziando a ricoprirlo completamente con esso. Pohatu invece realizza il suo errore e interrompe l'attacco, riconciliandosi con Toa Ignika, che, come nota con stupore, indossa veramente la Ignika. Prima però che i Toa possano distruggere il nido, gli altri Makuta Phantoka arrivano e impiegano poco per mettere al tappeto tutti i presenti. I Matoran vengono portati via da Vamprah e Chirox, mentre Pohatu, Kopaka e Lewa vengono imprigionati con catene di protoacciaio.
Comic BoM Throne

Icarax sul trono di Teridax su Destral

Mutran si riprende ed inizia con Antroz ad interroga i Toa, minacciando poi Lewa con una sanguisuga d'ombra. Intanto Vican, inviato con l'ibrido Rahi, raggiunge Destral, dove si fa scortare fino alla fortezza mostrando ai Rahkshi e Visorak di pattuglia la sua tessera di transito. Trova immediatamente Icarax, che siede sul trono riservato a Teridax, ed è alquanto terrorizzato dalla presenza minacciosa del Makuta, che indossa tra l'altro la Grande Kraahkan. Vican però si fa forza e gli spiega che Antroz ha chiesto il suo aiuto nella battaglia contro i Toa. Icarax afferra il Matoran e lo fa sporgere su una pozza di Protodermis energizzato, minacciandolo, e gli spiega di come il piano di Teridax sarà fallimentare, perché si basa troppo sulla pura fortuna. Dopo averlo liberato, Icarax manda il Matoran ad informare Antroz che lo raggiungerà quando potrà. Mentre Mutran minaccia Lewa, Pohatu riesce ad evadere con la sua Kakama Nuva e taglia le catene dei suoi compagni, permettendo ai Toa la fuga. Anche i Matoran vengono liberati con successo e Antroz ordina di fermare l'entrata del nido, ma i Toa usano le loro Kakama Nuva per attraversare i corpi dei Makuta e stordire il loro antidermis, abbandonando la grotta in tutta sicurezza. Toa Ignika procede poi a distruggere completamente il nido. I Makuta decidono allora di riunirsi e discutono della situazione avversa, con Mutran infuriato con Kirop per ciò che è successo. Icarax arriva ed interrompe la discussione, dopodiché, seguendo il consiglio di Antroz, parte per affrontare Toa Ignika, che si è rivelato una minaccia da non sottovalutare; gli altri Makuta invece lanciano un assalto all'ultimo villaggio Matoran. Qui impiegano solo pochi minuti per mettere a ferro e fuoco le case dei Matoran e trovano il rifugio dei Toa, che Mutran scopre essere vuoto. Vamprah trova però dei Matoran oscuri imprigionati, che rivelano ai Makuta che i Toa, appena avvistato Antroz e il suo team, sono partiti di nascosto per raggiungere il covo di Antroz. Vamprah intuisce subito che hanno così potuto recuperare con successo la loro terza chiave di volta. Il team si lancia allora verso la base, dove però i Toa hanno già colpito, ed ingaggiano con loro una feroce battaglia. Alla fine Chirox cade verso la palude, mentre Icarax fa precipitare Pohatu, Photok e anche Antroz nel vuoto con i suoi poteri gravitazionali. Pohatu e il suo partner trovano per fortuna rifugio in una delle stalattiti. Su Artidax, intanto, Brutaka riunisce il team, che è costretto a proseguire, e, superati alcuni insetti minacciosi, arriva infine alla sala dove Miserix, sorvegliato da numerosi Klakk, è tenuto prigioniero. Il Makuta per prima cosa attacca e assorbe dentro di sé Spiriah, ancora irato per il suo tradimento, dopodiché chiede ai presenti di essere liberato. Brutaka gli offre la libertà in cambio di una mano a combattere la confraternita e Miserix accetta di buon grado, perciò Roodaka e Vezon spezzano le catene del Makuta, che procede poi ad eliminare i Klakk della caverna con un potente urlo sonico.
Battle in the Swamp

Makuta attaccano i Toa Mistika

Roodaka tenta di stringere un patto con Miserix, che però rifiuta all'istante e con un colpo sbriciola la caverna e vola via da Artidax, finalmente libero, con i suoi liberatori sul suo dorso. Il team raggiunge rapidamente Daxia. Nella palude, Onua e Gali raggiungono Tahu, che si è sbarazzato di Krika surriscaldando fino all'insostenibile il fango della zona. Bitil e Gorast, che li hanno inseguiti, sono pronti ad un nuovo scontro, ma notano Chirox precipitare dal cielo e corrono a soccorrerlo, perciò Tahu, Onua e Gali lasciano in fretta la zona e un Av-Matoran che li ha osservati, dopo essersi presentato, li conduce in una radura. Qui trovano numerosi Av-Matoran a terra, nel mezzo di una trasformazione. Onua vuole intervenire, ma il Matoran che li ha guidati lo ferma, e i tre Toa notano con sorpresa, ed allo stesso tempo orrore, che gli Av-Matoran si stanno trasformando in Bohrok, i robot da loro così a lungo combattuti. Dopo aver soccorso Chirox, i Makuta Mistika discutono sul da farsi. Krika, facendo notare come i Toa necessitano di tutte le chiavi di volta, decide di fare ritorno al suo covo, dove una delle chiavi è custodita. Intanto Toa Ignika, che assistito allo scontro nei cieli, decide di attaccare Icarax dopo che questi ha scagliato via Pohatu e Photok. Il Makuta identifica il Toa ed evita con successo i suoi attacchi. Prova poi ad estrarre la sua preziosa Kanohi, ma Toa Ignika reagisce attivando i suoi poteri e inverte l'evoluzione di Icarax, facendolo tornare, come un tempo, un essere biomeccanico, provocando un terribile dolore per il Makuta. Nel contempo, nella radura, l'Av-Matoran conferma che tutti gli Av-Matoran, se destinati, si trasformano in Bohrok prima o poi. I Toa gli chiedono dove i nuovi Bohrok vadano e la loro guida dice loro che verranno dotati di un Krana ed inviati nei nidi Bohrok. Il Matoran dona quindi un'altra chiave di volta al team, esortandolo a raggiungere il Codrex ed entrarvi con le chiavi di volta raccolte, dopodiché si trasforma anch'egli in un Bohrok. I Toa, ancora scossi, lasciano la zona per recuperare l'ultima chiave. Raggiungono perciò il covo dei Makuta, sapendo di essere attesi, e Gali usa un'esplosione d'acqua per far uscire i Makuta allo scoperto. Il piano funziona e i Toa recuperano l'ultima chiave, ma vengono scoperti da Krika e circondati. Tahu attiva il potere della sua Hau Nuva per proteggere i suoi compagni, ma sa di non poterla mantenere a lungo, quindi inventa una storia per distrarre i Makuta, raccontando loro che hanno trovato la Ignika e l'hanno affidata a Pohatu. Bitil, convinto che stia mentendo, contatta telepaticamente i suoi compagni nei cieli, scoprendo suo malgrado che, effettivamente, la maschera si è creata un corpo e combatte al fianco dei Toa (sorprendendo anche Tahu, che non poteva saperlo).
Comic Toa Ignika

Toa Ignika

I tre Toa ne approfittano per fuggire e Krika, piuttosto che inseguirli, stabilisce di raggiungere il codrex, dove sicuramente si ripresenteranno. Mutran intanto sprigiona una potente esplosione oscura per terminare lo scontro aereo, in cui i Makuta si trovano in difficoltà, e viene aiutato a riprendersi da Vican. I Makuta decidono poi di ritirarsi verso la palude per riunirsi ai loro compagni e i Toa Phantoka optano per lo stesso programma; Toa Ignika rimane invece a guardia di Icarax, incapace di combattere. I due schieramenti si prepararono allo scontro finale per il controllo di Karda Nui. Su Metru Nui, Takanuva si risveglia dalla visione e Helryx gli spiega che i Toa, a causa della lunga permanenza nei Canestri Toa, hanno dimenticato il loro passato e non ricordano quindi che se Mata Nui verrà risvegliato, una tempesta energetica spazzerà via Karda Nui e ogni cosa al suo interno. Lo incarica quindi di andare dai Toa ad informarli prima che sia troppo tardi, ma il Toa non ha intenzione di abbandonare indifesa la città. Helryx allora gli presenta Brutaka, che difenderà Metru Nui al posto suo. Takanuva non si fida di lui, ma viene rassicurato da Krakua, perciò accetta di partire e Brutaka usa la sua Olmak per aprire un portale che condurrà il Toa a Karda Nui. Dopo aver preso la meridiana ed aver appreso la sua funzione, Takanuva entra quindi nel portale. Helryx si appresta quindi a dare il via ad una guerra a tutto campo con la confraternita, progettata già da tempo. Manda quindi Krakua ed il sostituto di Botar su Voya Nui. Qui i due membri dell'ordine contattano Axonn e lo conducono su Daxia, dove Axonn incontra Brutaka e scopre dell'imminente guerra. Allo stesso tempo, una schiera di Rahi volanti viene inviata ad Odina e Ancient, spia al servizio dell'ordine, interpreta il messaggio espresso dal loro volo: proporre all'Oscuro un'alleanza con l'ordine di Mata Nui o ucciderlo. Su Xia invece i Toa Hagah, da poco tornati Toa, collaborarono per fermare il Drago Kanohi e il Tahtorak, che stanno seminando il caos. Domate le creature, Gaaki ha una visione del futuro e vede una flotta avvicinarsi all'isola. Kualus parla allora con un Rahi volatile, che gli riferisce dell'imminente arrivo di una flotta di cacciatori oscuri: l'Oscuro ha infatti accettato la proposta di Helryx e ha deciso, per prima cosa, di impradonirsi di Xia per tenerla alla larga dalla confraternita. I Toa vengono tutti teletrasportati dal sostituto di Botar su una delle navi della flotta, dove Helryx sta discutendo con l'Oscuro delle dinamiche dell'attacco. Dopo aver costretto l'Oscuro a non distruggere Xia, ma solo occuparla, rivolge le sue attenzioni sui Toa Hagah, a cui rivela dell'esistenza dell'ordine. Propone poi loro di andare alla ricerca di Teridax per sconfiggerlo e, non appena Norik accetta, affida ai Toa Zaktan, chiuso in una boccia di vetro, in quanto lo Skakdi è a conoscenza del piano di Teridax e conosce le sue intenzioni. Il gruppo, seguendo le indicazioni di Zaktan, viene quindi teletrasportato su Metru Nui, dove Gaaki ha una nuova visione - uno di loro non farà ritorno da un "luogo di morte", dove si stanno dirigendo. Miserix invece, lasciata Daxia, si reca su Stelt, dove cerca di conoscere il luogo in cui attualmente si nasconda Teridax.
371px-Mazeka

Mazeka

Incontra poco dopo il Makuta di Stelt, che costringe a rivelargli ciò che vuole prima di ucciderlo. Nel frattempo Brutaka e Axonn sbarcano su Zakaz, dove dovranno cercare l'alleanza dei signori della guerra locali contro la confraternita. Riescono a giungere al cospetto di Nektann, che con l'inganno convincono ad allearsi con l'ordine. Procedono poi a fare lo stesso con gli altri signori dell'isola. Contemporaneamente, su Stelt, il Ko-Matoran Mazeka incontra un fantasma di Nynrah, dopo aver eliminato le sue guardie. Vuole infatti sapere dove è diretto il suo acerrimo nemico Vultraz, il cui Skyfighter è stato modificato dal fantasma. Il Fe-Matoran dice a Mazeka che il suo obiettivo è diretto nel "nucleo" dell'universo per soccorrere Icarax, che lo ha contattato telepaticamente. Dopo aver distrutto la maschera del Matoran per la rabbia, Mazeka lascia la sala e si reca in seguito su Daxia per parlare con Helryx e chiederle dove si trovi il "nucleo". Viene però fermato da Tobduk, altro membro dell'ordine, che accetta di aiutarlo se prima il Matoran lo assisterà in una missione di grande importanza. Su Daxia, invece, Vezon viene liberato da Trinuma, che lo porta verso Destral e lo istruisce su ciò che dovrà dire quando sarà al cospetto del Makuta a capo della fortezza. I Toa Hagah raggiungono lo stadio, che devono abbattere per proseguire al di sotto della struttura. Non appena incontrano i Toa Mahri, che si rifiutano di lasciar loro fare una cosa del genere, si scontrano con loro, ma alla fine collaborano per fermare un Rahi evocato da Kualus che però si è liberato dal suo controllo. Compresi i loro errori, i due team trovano un compromesso: lo Stadio viene sollevato leggermente da Hewkii con la sua Garan, mentre i rimanenti Toa scavano un tunnel sotto di esso. Norik e il suo team procedono quindi nella galleria, lasciando i Toa Mahri a guardia della città. Tornando a Karda Nui, le due fazioni si danno battaglia per il controllo del Codrex. Vamprah, dopo un breve scontro con Tahu, si nasconde nella nebbia e si prepara a cogliere di sorpresa il Toa del fuoco. Lo attacca poco dopo con alcune sanguisughe d'ombra, ma Tahu si protegge con la sua Hau Nuva e le sanguisughe cadono nelle acque della palude. Anche gli altri Toa stanno ingaggiando scontri simili con i Makuta, ma non vi è un vero vincitore. Axonn e Brutaka intanto guidano un esercito di Skakdi nelle Isole Meridionali, dove intercettano un plotone di Rahkshi della confraternita. Mentre gli Skakdi combattono ferocemente con i loro nemici, Axonn e Brutaka trovano una misteriosa grotta, in cui scoprono una fonte di antidermis, da cui tutti i Makuta sono stati creati.
398px-The Shadowed One

L'Oscuro

I due guerrieri si preparano per distruggere la pozza, ma la sostanza fuoriesce all'improvviso e li attacca. Axonn sta per affogare, ma viene tratto in salvo da Brutaka, sui cui l'antidermis ha avuto un misterioso effetto: l'essere, infatti, è sollevato in aria, è coperto da un'aura verde ed ha assunto alcuni dei poteri dei Makuta. Inizia poi a balbettare cose riguardo Spherus Magna e la frantumazione, ma non vengono comprese da Axonn. L'Oscuro ha preso il controllo di Xia e vaga per l'isola, quando incontra un Vortixx che sta cercando qualcosa fra delle macerie. Capendo che il Vortixx gli sta mentendo riguardo cosa sia intento a fare, l'Oscuro lo uccide e trova sul posto tre fiale, contenenti Virus portati su Xia anni prima da Kojol. Ancient lo raggiunge e gli chiede cosa abbia trovato. L'Oscuro gli mostra i virus, ma, non volendo diffondere la notizia, prende poi la decisione di uccidere sul posto Ancient con un raggio energetico. Su Metru Nui i Toa Mahri, a guardia dello stadio, stanno discutendo riguardo il loro incontro con i Toa Hagah, quando notano un cristallo fluttuante il aria. Johmak, un agente dell'ordine, spiega loro cosa sia il cristallo e li incarica di portarlo su Artidax, attirandosi così dietro tutti i Visorak, che verranno spazzati via da un'eruzione che l'ordine ha innescato sull'isola. JallerNuparu e Hahli partono allora per la missione, mentre Kongu e Hewkii preferiscono rimanere a difesa della città. Poco dopo la partenza dei loro compagni, però, i due Toa vengono tramortiti da Johmak, che li imprigiona dove non potranno più interferire con il piano dell'ordine: trasformare Metru Nui in una grande fortezza in vista di uno scontro finale con la confraternita. Nel frattempo su Destral Vezon, abbandonato da Trinuma, viene condotto al cospetto di Tridax, che lo interroga. Vezon, messo alle strette, trasgredisce gli ordini di Trinuma e rivela perfino l'esistenza dell'ordine di Mata Nui, dicendo al Makuta che una spia ha sabotato il sistema di teletrasporto dell'isola, che quindi non funzionerà se dovrà essere usato per un'emergenza. Tridax però non gli crede e lo rilascia. In quel momento Destral viene attaccata dall'ordine e Tridax si reca nel sottosuolo, seguito da Vezon, in cui ha raccolto diversi Takanuva oscuri, provenienti da altre dimensioni, e progetta di liberarli contro gli invasori. In quel momento però irrompono nella sala Tobduk e Mazeka. Tobduk affronta il Makuta e riesce ad ucciderlo del tutto, mentre Mazeka, sebbene abbia l'ordine di eliminare Vezon, preferisce risparmiarlo. Mentre i due lasciano il luogo, Vezon prende la Olmak usata da Tridax per i suoi viaggi dimensionali e apre con essa un portale. A Karda Nui, Krika sta combattendo con Gali. Provando compassione per i Toa, che non sanno di trovarsi nel mezzo di una trappola per loro allestita dalla confraternita, porta la Toa in un'area isolata della palude. Pohatu invece affronta Gorast, che usa la sua Felnas per mandare fuori controllo i suoi poteri elementali, lasciando il Toa e Photok all'interno di un blocco di roccia in continua crescita. Intanto Jaller, Hahli e Nuparu sbarcano su Artidax, dove incontrano Takadox, il quale è ancora bloccato sull'isola. Il Barraki ipnotizza i tre Toa, lasciandoli immobili, e fugge con la loro imbarcazione, mentre i Visorak, attirati dal cristallo, iniziano ad avvicinarsi pericolosamente. Teridax, che sta da lontano osservando la scena, sveglia Jaller, che non si rende conto di essere stato aiutato, e i tre Toa, all'ultimo momento, abbandonano il posto, mentre i Visorak, ammassati sulla spiaggia, vengono spazzati via dall'eruzione predisposta dall'ordine. Nel pozzo invece Hydraxon riceve da Helryx un comunicato, che gli ordina di liberare i Barraki ed offrire loro la libertà se accetteranno di combattere contro la confraternita. KalmahMantaxPridak e Ehlek accettano all'istante e lasciano la prigione, iniziando da subito ad assemblare nuovi eserciti. Pridak saccheggia una fortezza appartenuta alla confraternita e esplorandola scopre una sala segreta piena di frammenti spezzati a terra. Ricomponendo pazientemente il puzzle, il Barraki ricostruisce un muro su cui era scritto per esteso l'intero piano di conquista di Teridax (già visto e distrutto in precedenza da Zaktan). Su Nynrah, da poco liberata grazie all'ordine dalle forze della confraternita, Helryx esplora con Keetongu, il suo nuovo alleato, una spiaggia piena di resti di Rahkshi uccisi.
VultrazComeSet

Vultraz sul suo Skyfighter

Usando la sua maschera su un frammento, scopre che questi Rahkshi sono stati creati in una fonte di protodermis energizzato e la localizza. Decisa a prevenire la creazione di nuovi Rahkshi, parte quindi con Keetongu alla volta della fonte, dove la sostanza però si personifica e non sembra voler collaborare con loro. Assume anzi la forma di una gigantesca onda e li attacca. Tuttavia Vezon, con la sua Olmak, apre un portale nella stanza e Helryx e Keetongu vi entrano all'istante, mentre Vezon viene investito dalla sostanza, che fonde la Olmak al suo corpo. Krika contemporaneamente porta Gali al sicuro e le parla di come la confraternita, dopo la fine di Miserix, si sia inesorabilmente corrotta. Con l'intento di fermare il piano di Teridax, affida alla Toa una tessera di transito, esortandola a fuggire il prima possibile da Karda Nui. Gali è stupita dal comportamento del Makuta. Sotto lo stadio di Metru Nui, i Toa Hagah procedono lentamente attraverso le gallerie. Vengono attirati in una trappola predisposta per gli intrusi, che li fissa magneticamente ad un muro su cui cola Protodermis fuso. Vengono però tratti in salvo da Miserix, anch'esso giunto lì seguendo le indicazioni del Makuta di Stelt. Dopo un breve scambio di informazioni, il Makuta accetta di allearsi con Norik e il suo team, perciò gli otto proseguono in cerca di Teridax e giungono nel processore del nucleo, una sala piena di macchinari misteriosi. Dopo aver analizzato due corpi fatti stranamente non di protodermis, Miserix e gli altri incontrano Helryx, Keetongu, Axonn e Brutaka, tutti appena arrivati con un portale dimensionale (i primi due da quello creato da Vezon, gli altri due con uno creato da Brutaka). Mentre tutti i presenti discutono, Teridax rivela la sua presenza all'interno dei macchinari e, dopo aver frantumato la Kanohi di Brutaka, attacca Zaktan con un raggio sonico, apparentemente uccidendolo. A Karda Nui Vultraz sta cercando Icarax, ancora sorvegliato da Toa Ignika. Incontra però Mazeka, che è arrivato sul posto seguendo le indicazioni di Tobduk con il suo Strider di palude. Furioso, il Matoran oscuro si lancia sul Ko-Matoran, ma un portale dimensionale (aperto accidentalmente da Vezon) li risucchia entrambi, catapultandoli in una dimensione parallela. Pohatu e Photok, dopo essersi liberati, si riuniscono con Tahu, preoccupato per la scomparsa di Gali. Il leader del team invia quindi Pohatu a cercarla. A Metru Nui, Hewkii e Kongu si risvegliano, senza armi. Johmak mostra loro il motivo per cui dovevano essere, per sicurezza, imprigionati: Metru Nui si è trasformata in una grande città fortificata.
Voporak (1)

Voporak

L'ordine sta infatti spargendo la notizia che Ta-Metru è stata riconvertita in una fabbrica di virus e spera che per questo motivo la confraternita attacchi la città. Poco lontano, nello Stadio, Voporak entra nella sala dove è custodita la Vahi e riesce a rubarla eliminando le sue guardie, mentre Vakama assiste impotente. Parallelamente a ciò, nei cieli di Karda Nui, Icaraxè ancora sorvegliato da Toa Ignika. ll Makuta deride il Toa, considerando la pietà che sta dimostrando per lui come una debolezza, ma in realtà Toa Ignika non sta seguendo il Codice Toa, perché non lo conosce; semplicemente non vuole uccidere un nemico inerme. Icarax poco dopo capisce che la Ignika ha un conto alla rovescia che, arrivato alla fine, causa il risucchio di tutta la vita presente nell'universo Matoran. Il Makuta allora informa il Toa di questo suo potere, dicendogli che il conto alla rovescia è prossimo alla fine, e Toa Ignika, incapace di distinguere una bugia dalla verità, si spaventa e corre verso la palude per informare i Toa Nuva della scoperta. Gali è ancora con Krika, quando Takanuva (appena giunto da un lungo viaggio attraverso le dimensioni) li avvista e allontana subito il Makuta con un raggio di energia. Gali riconosce Takanuva e gli chiede il perché del suo nuovo aspetto e della sua abilità di volare, ma il Toa la interrompe e le dice che deve riunire urgentemente i Toa per avvertirli. I due incontrano Pohatu, venuto a cercare Gali, che però non si fida di Takanuva, temendo che possa essere un Makuta sotto copertura, ma Gali, con un collegamento mentale, dimostra che il Toa è sincero e i tre, dopo aver eliminato uno sciame di Niazesk, si precipitano verso il codrex. Kalmah, Ehlek e Mantax arrivano su Xia e hanno un incontro con l'Oscuro. Kalmah abbozza l'idea di un'alleanza fra i Barraki, che sanno come utilizzare i virus dell'Oscuro (visto che Pridak lo ha appreso dal piano di Teridax) su Mata Nui, e l'Oscuro stesso, che possiede i virus. L'Oscuro accetta di incontrare Pridak su Karzahni. Nel frattempo, Mutran, che ha stabilito il suo laboratorio in un'isoletta della palude, crea un Klakk perché difenda la zona, ma il Rahi attacca Vican con un urlo sonico prima di fuggire. L'urlo cura Vican, che da Matoran oscuro torna Le-Matoran, ma lo nasconde al Makuta, che invece lo manda a ricatturare la creatura. Gali, Takanuva e Pohatu raggiungono gli altri Toa e con l'aiuto del Toa della luce i Makuta vengono sconfitti e respinti.
456px-Comic Takanuva Defends Gali Against Krika

Takanuva potenziato

Tahu allora riunisce le sei chiavi di volta, ma in quel momento viene raggiunto da Toa Ignika, che parla al gruppo del suo conto alla rovescia verso la distruzione della vita. Takanuva rivela anche che, una volta risvegliato Mata Nui, le tempeste energetiche spazzeranno via ogni cosa e che loro dovranno fuggire con estrema velocità. Tahu decide comunque di andare avanti e apre un'entrata dentro il Codrex. I Toa entrano finalmente nel luogo dove potranno risvegliare Mata Nui e non si accorgono di essere seguiti da Makuta Antroz, che li stava spiando. All'interno del codrex, scopronoo sei grandi pietre di luce da usare per risvegliare il Grande Spirito e tre incredibili velivoli: il Rockoh T3, il Jetrax T6 e l'Axalara T9. Sotto lo stadio, Miserix affronta Teridax, sfidandolo per decidere chi guiderà la confraternita. Teridax gli rivela che ormai la confraternita sta cadendo e molti dei suoi membri sono morti, dopodiché libera un potente urlo sonico. Brutaka lo interrompe, colpendo i macchinari nel punto giusto, e Miserix attacca i congegni, avendo inteso che Teridax si nasconde dentro di loro. Brutaka però lo ferma, rivelando che si trovano nel cervello di Mata Nui e che rischiano di danneggiarlo, ma anche che, ora come ora, Teridax lo controlla e, se Mata Nui venisse risvegliato, lui controllerebbe il suo corpo. Teridax procede a chiudere Miserix in una potente illusione, che fa credere al Makuta di essere un dipinto, mentre i Toa Hagah, anch'essi influenzati dai suoi poteri, abbandonano la sala. Axonn, Brutaka e Keetongu, invece, vengono teletrasportati verso le isole meridionali. Solo Helryx rimane cosciente al cospetto di Teridax. A Karda Nui, i Makuta attendono all'esterno del codrex. Icarax li raggiunge a fatica e, poiché capisce che il compimento del piano di Teridax è alle porte, decide di intervenire. Convince Krika, anch'egli dubbioso del piano, a fare qualcosa e Krika usa i suoi poteri sulla densità per entrare nel campo energetico del Codrex e mandarlo fuori controllo. Icarax procede poi ad usare i suoi poteri gravitazionali per iniziare a schiacciare la struttura. All'interno, Antroz ruba il Jetrax e fugge via, perciò Pohatu e Lewa salgono rispettivamente sul Rockoh e sull'Axalara per inseguirlo. Takanuva parte per andare alla ricerca dei Matoran oscuri e curarli, mentre Onua, Gali, Tahu e Toa Ignika si concentrano su come risvegliare Mata Nui. Radiak, dopo essere stato scacciato da Antroz, viene trovato da Takanuva, a cui si sono uniti Tanma, Photok e Solek. Il gruppo incontra poco dopo Vican, che gli parla del modo che ha scoperto per curare i Matoran oscuri. Gli Av-Matoran non gli credono, ma il Toa sì e lo segue per trovare il Klakk.
424px-Comic Battle for the Codrex

La battaglia per il Codrex

Nel Codrex, i Toa arrivano alla conclusione che risvegliare Mata Nui implica un processo troppo lungo, ma capiscono che la Ignika può renderlo più rapido. Tahu propone di fare così, ma Toa Ignika si infuria e lo attacca. Gali allora interviene e ricorda al Toa il suo desiderio di essere come Matoro, sacrificatosi per gli altri, riuscendo così a convincerlo a sacrificare le sue forze. Intanto Gorast, Vamprah e Gavla si uniscono per fermare Icarax, che sta proseguendo il suo lavoro. Icarax però li ferma senza difficoltà e il tentativo di Gorast di aprire la sua armatura per liberare l'antidermis è vano, perché ora Icarax è un essere biomeccanico. Pohatu e Lewa invece riescono a liberare il Jetrax da Antroz, che fugge via, mentre Kopaka si impossessa del velivolo. Antroz raggiunge Mutran e gli ordina di assistere Gorast e Vamprah, che stanno facendo i conti con un Icarax impazzito. Mutran giunge al codrex e distrae la mente di Icarax con pensieri inutili e confusi, mentre Gorast elabora con Vamprah un piano. Gorast annuncia dunque ad Icarax che i Toa ormai hanno quasi terminato il loro compito e il Makuta inizia a teletrasportarsi per raggiungerli e finire la questione. In quel momento allora Gorast usa la sua Felnas per mandare fuori controllo i poteri di teletrasporto di Icarax e subito dopo Vamprah usa un urlo sonico per scagliare via i singoli atomi del Makuta, che rimane così ucciso. Takanuva invece scopre che il Klakk riesce davvero a curare i Matoran oscuri, e, dopo aver liberato tutti i Matoran di Karda Nui, li riunisce e dà loro il comando di abbandonare Karda Nui, che sta per essere distrutta dalla tempesta, e fuggire verso Metru Nui, dove saranno al sicuro. Krika ascolta di soppiatto il discorso e scopre quindi delle tempeste energetiche. Corre perciò per avvertire gli altri Makuta, ma Gorast, appena lo avvista, lo attacca con la sua Felnas, mandando fuori controllo i suoi poteri sulla densità e facendolo svanire nel nulla. Takanuva, poco tempo dopo, viene assaltato da Chirox e Bitil, quest'ultimo accompagnato da alcune sue versioni passate. In preda alla rabbia, il Toa attacca furiosamente Chirox, perforando la sua armatura, ma non si accorge che Bitil sta per finirlo da dietro.
406px-Comic Energy Storm Beginning

La tempesta energetica spazza via Karda Nui

Kopaka assiste allo scontro ed è costretto ad intervenire, portando via Takanuva al sicuro. Nel codrex, invece, Tahu e Onua partono per affrontare i Makuta, mentre Toa Ignika inizia a sacrificare la sua energia per decidere il suo destino. Metru Nui intanto, come previsto dall'ordine, viene ben presto attaccata da una gigantesca flotta della confraternita. Diversi agenti dell'ordine, assistiti dai Toa Mahri (adesso nuovamente uniti) difendono strenuamente la città dalle orde dei Rahkshi, che però riescono a dilagare nell'isola. Su proposta di Vakama, Krakua, anche se dubbioso, prova allora ad usare i suoi poteri sonici per risvegliare un nido di Bohrok posto sotto la città. Il piano funziona e i Bohrok, cercando di andare verso Mata Nui, finiscono per scontrarsi con i Rahkshi. All'interno del codrex, Toa Ignika si sacrifica sotto gli occhi di Gali e la tempesta energetica comincia rapidamente a sprigionarsi. I Toa, seguendo la proposta di Tahu, si riuniscono e fuggono sfruttando i tre velivoli, che con la loro potenza sono abbastanza rapidi da sfuggire alla tempesta. I Makuta, invece, ignari dall'evento, rimangono intrappolati nel tifone e ne vengono tutti spazzati via. I Toa Nuva e Takanuva raggiungono in fretta Metru Nui, dove con le loro forze le ultime resistenze della confraternita vengono abbattute, e la flotta rimasta in mare viene spazzata via da una burrasca. Tutta la popolazione dell'isola si riuscisce inseguito allo stadio, dove Turaga Dume tiene un discorso per celebrare il risveglio di Mata Nui e la sconfitta dei Makuta. I festeggiamenti vengono tuttavia interrotti da Teridax, che rivela di aver preso il controllo del corpo di Mata Nui e di poter quindi adesso controllare tutto l'universo. In più, ha imprigionato lo spirito di Mata Nui nella Ignika e ha spedito la Kanohi nello spazio aperto. Un'orda di Rahkshi viene quindi inviata a prendere il controllo di Metru Nui e i Toa Nuva sono costretti a rifugiarsi negli archivi, dove tramano di dare del filo da torcere a Teridax seminando il caos in tutto l'universo Matoran.

Set

Nel 2008 sono stati rilasciati in tutto 28 set. È il primo e l'unico anno con il 2009 a non possedere alcun tipo di collezionabile.

Toa/Makuta Phantoka

  • 8685 Kopaka
  • 8686 Lewa
  • 8687 Pohatu
  • 8691 Antroz
  • 8692 Vamprah
  • 8693 Chirox

Toa/Makuta Mistika

  • 8694 Krika
  • 8695 Gorast
  • 8696 Bitil
  • 8888 Gali
  • 8889 Tahu
  • 8890 Onua

Matoran

  • 8944 Tanma
  • 8945 Solek
  • 8946 Photok
  • 8947 Radiak
  • 8948 Gavla
  • 8949 Kirop

Titani

  • 8697 Toa Ignika
  • 8699 Takanuva
  • 8952 Mutran & Vican
  • 8953 Icarax
  • 8698 Vultraz
  • 8954 Mazeka
  • 8941 Rockoh T3
  • 8942 Jetrax T6
  • 8943 Axalara T9

Speciali

  • 20005 Klakk

Fumetti e libri

Ignition12

Comic 12: Realm of Fear

Fumetti

Libri