FANDOM



Toa yr1
Il 2001 è stato il primo anno del brand Bionicle e quello che ne ha introdotto i caratteri principali per i successivi 9 anni. In questo primo anno, la serie era ancora legata, di nome e di fatto, alla linea Technic, dalla quale si separerà nel 2002.

StoriaModifica

Arrivo dei ToaModifica

Sull'isola di Mata Nui, il Matoran Takua posiziona sei Pietre Toa nel tempio di Kini-Nui e in quell'istante un esplosione di energia lo investe, catapultandolo sulla spiaggia di Ta-wahi e lasciandolo senza alcuna memoria di cosa è successo.
McTakua

Takua

L'energia sprigionata invece conduce sull'isola i sei Canestri Toa dei leggendari Toa Mata, fino ad allora dispersi in mare. Nello stesso periodo, un Tarakava controllato dal malvagio Teridax (o Makuta) tramite una Kanohi infetta attacca il villaggio di Ga-koro e tutte le Ga-Matoran e Turaga Nokama si rifugiano in una capanna, che però il Tarakava fa affondare in mare. Solo Macku riesce a fuggire sana e salva da Ga-koro. I sei Toa arrivano sull'isola a pezzi, visto che il lungo tempo passato nei canestri ha causato una decomposizione delle loro parti organiche, e privi di alcuna memoria, se non per i loro nomi e i loro poteri, ma si ricostruiscono da soli e si addentrano nelle loro rispettive regioni. Lewa, mentre mette in pratica le sue capacità di controllare il vento, fa cadere un Taku dal suo nido, ma lo salva prima che cada a terra e lo riporta al nido. Gali invece ricorre ai suoi poteri sull'acqua per respingere con un'ondata un Tarakava che la stava inseguendo in mare. Mentre scava sotto terra, Toa Onua trova un'incisione che ritrae lui e gli altri Toa, dopodiché si ritrova in un campo di Onu-Matoran, dove incontra il Matoran Onepu. Questi, felice dell'arrivo del tanto profetizzato Toa, lo conduce immediatamente da Turaga Whenua. Whenua spiega ad Onua il destino dei sei Toa, ovvero sconfiggere Makuta per risvegliare Mata Nui, messo a riposo da Makuta stesso. Prima però i Toa dovranno trovare tutte le Kanohi sparse per l'isola per aumentare i propri poteri. Kopaka esplora la zona in cui è arrivato e nota che Matoro lo sta spiando; impiega poco per scovare e fermare il Ko-Matoran e, mentre gli chiede perché si trovi sull'isola, un Nui-rama li attacca e Kopaka salva Matoro, che stava per cadere in un burrone. Dopo lo scontro, Matoro porta Kopaka da Turaga Nuju, che, una volta tanto, parla con un linguaggio normale al Toa e lo informa delle maschere nascoste sull'isola. Afferma inoltre che la prima potrà trovarla al posto "della visione lontana". 
Comic Toa Mata First Encounter

I Toa Mata riuniti per la prima volta

Pohatu invece ha conosciuto Turaga Onewa e i Po-Matoran di Po-koro, che lo hanno accolto con molta gioia, dopodiché parte alla ricerca delle maschere, mettendo intanto alla prova i propri poteri sulla rocciaTahu si ritrova sulla spiaggia di Ta-wahi, non notando il tramortito Takua nelle vicinanze, e si ricostruisce, ma non riesce ad usare la sua spada. Frustrato, riviene però la sua Hau e la indossa, scoprendo di poter sfruttare la spada per incanalare i suoi poteri elementali sul fuoco. Si incammina quindi verso il villaggio di Ta-koro e si addentra nella Foresta carbonizzata, dove tuttavia viene catturato da una trappola predisposta dalla Guardia di Ta-koro. I Ta-Matoran lì presenti, guidati da Jaller, lo credono un Rahi e si preparano ad attaccarlo, ma Tahu polverizza con la spada la gabbia che lo circonda e si appresta a rispondere. Turaga Vakama nota però l'evento e ferma subito i Matoran, annunciando che Tahu è il tanto atteso Toa del fuoco. Takua nel frattempo si riprende ed ha una visione della leggenda di Mata Nui, ovvero del racconto di come Mata Nui sia stato messo a riposo da Makuta, che verrà però sconfitto da sei guerrieri giunti da lontano. Nota poco dopo allontanarsi Tahu, che però lo ignora, e trova poi nella spiaggia una strana statua di pietra con l'aspetto di una faccia, ma non ne comprende la funzione. Poco dopo il Matoran nota arrivare su una barca una Ga-Matoran, Macku. La Matoran dice a Takua di voler trovare Gali per aiutare Ga-koro, che è stata attaccata da un Tarakava. Takua allora accetta di usare la barca per recarsi al villaggio e salvarlo, mentre Macku rimane sulla spiaggia per trovare la Toa dell'acqua. Mentre si trova nei pressi del Monte Ihu, Pohatu causa accidentalmente una frana che investe Kopaka, che, seppur con un iniziale rifiuto, accetta di esplorare la zona insieme al Toa della roccia. Dopo che Kopaka ha trovato una Hau sopra un'altura, avvista con la maschera gli altri Toa riuniti e si dirige verso di loro con Pohatu. Lungo la via i due eliminano inoltre un aggressivo Kane-Ra. Tutti i Toa si riuniscono sul monte, conoscendosi l'un l'altro e mettendo insieme le informazioni che hanno raccolto sulle Kanohi, i Rahi e Makuta. Tahu e Onua propongono di restare uniti, ma alla fine il team si separa e ognuno inizia la ricerca delle maschere da solo.

Ricerca delle maschereModifica

800px-Gali Tarakava Battle

Gali affronta il Tarakava

Lewa salva Gali da delle acque controllate da Teridax e, dopo una breve discussione, i due riprendono le ricerche. Mentre nuota in acqua, Gali si ritrova inseguita da un Tarakava, ma riesce a condurlo in una caverna che poi chiude dall'esterno. Takua arriva a Ga-koro, del tutto deserta, e trova il villaggio ovunque devastato. Nota poi una canna in acqua, capendo che è l'unico modo che le Ga-Matoran nella capanna affondata hanno per respirare. Comunica con loro per informarle della sua presenza e Nokama gli chiede di trovare il pezzo mancante della pompa, devastata dal Rahi, che serviva a mantenere in superficie la capanna. Takua si tuffa in acqua con una Pietra di luce e seguendo le indicazioni della Turaga trova il pezzo mancante. Riparata la pompa, la capanna torna al suo posto e le Ga-Matoran e Nokama sono libere, ma il Tarakava arriva in quel momento emergendo dalle acque. Il Rahi è sul punto di colpire quando Gali d'improvviso appare e, dopo aver combattuto con la creatura, rimuove da essa la Kanohi infetta che la controllava. Tahu è alquanto infastidito dal fatto che debba lavorare da solo e per sbaglio rischia di bruciare Jaller, giunto per informarlo della presenza di una Akaku in una grotta di Onu-wahi. Tahu si reca sul posto, dove viene attaccato da numerosi Kofo-Jaga infetti; prova a respingerli con il suo fuoco, ma i Rahi diventano solamente più resistenti, perciò il Toa deve rimuoverli uno ad uno. Da uno rimasto toglie una Kanohi infetta, senza però arrivare a capire a cosa serva, ma finalmente libero recupera la Kanohi e lascia la grotta. Altrove Lewa sconfigge un Nui-jaga che gli sta sbarrando la strada e si immerge in un lago per trovare una maschera. Viene tuttavia afferrato da alcune piante marine sotto il controllo di Teridax, che per poco non rischiano di farlo affogare. Il Toa però riesce a liberarsi e fuggire rapidamente dall'acqua con la Kakama che trova lì subito dopo.
Comic Quest for the Masks

I Toa alla ricerca delle maschere

Riemerso, viene tuttavia colpito da un Nui-rama, che scaglia via la sua Miru, e precipita stordito verso le fauci spalancate di un Muaka. Onua interviene però per respingere la creatura e salvare Lewa. Gali invece trova una Miru, ma viene circondata da alcuni Tarakava e Nui-jaga. Tahu arriva per salvarla, ma Gali viene colpita da un Tarakava e, caduta in acqua, sviene ed ha una visione di Akamai e Wairuha. Contemporaneamente Takua, dopo aver conosciuto l'astrologa Nixie, fa ritorno con un'imbarcazione a Ta-wahi. Qui usa il telescopio presente per osservare le stelle e prosegue poi fino a Ta-koro, dove viene informato dell'arrivo di Tahu sull'isola. Durante la permanenza al villaggio, ottiene una tavola da surf per praticare l'Ignalu. Riparte poi per Ga-koro e fa conoscenza con Kapura, un misterioso Matoran che passa molto del suo tempo nella Foresta carbonizzata. Da Ga-koro prende una barca e in breve tempo viaggia fino alla regione di Po-koro. Raggiunge il villaggio, che però è deserto a causa di una misteriosa epidemia che l'ha colpito negli ultimi tempi. Esplorando Po-koro, per lo più abbandonata, scopre una strana sfera da Kolhii e la porta da Onewa, il quale gli dice che la sfera sembra essere infetta. Takua allora si reca alla bancarella, gestita da un Po-Matoran di nome Ahkmou, che vende le sfere in questione, ma la trova deserta. Rinviene però una misteriosa chiave di pietra e si reca alla Cava di Po-Wahi, dove la utilizza per aprire una delle enormi statue erette in onore dei Toa, rivelando un passaggio segreto. Il Matoran si addentra nella caverna e scopre numerose Sfere cometa, infettate da una Kanohi infetta e custodite da un Nui-jaga. Anche Pohatu si reca nella caverna e con l'aiuto di Takua distrugge i piloni che la sorreggono, facendola crollare e distruggendo tutte le sfere infette. Takua torna così a Po-koro, dove i Matoran si sbarazzano delle sfere, causa della malattia, mettendo fine all'epidemia. Onewa intanto gli dona uno scalpello di pietra e Takua lo mostra a Nokama a Ga-koro; la Turaga allora lo nomina nuovo Cronista.
800px-Nuijaganest

Pohatu nella caverna delle sfere infette

Kopaka si reca al centro di una pozza di lava per prendere una Pakari, ma viene colpito da una roccia ed ha una visione di Akamai e Wairuha a Kini-Nui. Non riesce però a comprenderla e pensa sia solamente un'illusione generata da Teridax. Lewa poco dopo arriva per trarlo in salvo dalla lava. I Toa in seguito si riuniscono per discutere di come la ricerca si stia rivelando più impegnativa del previsto. Teridax tenta di interromperli scatenando prima un'eruzione del Vulcano Mangai, prontamente fermata da Pohatu e Onua, e poi con un'orda di Rahi, che però vengono respinti. Dopo la riunione, tutti accettano di lavorare in gruppo per impiegare meno tempo nelle ricerche. Takua torna a Po-wahi, dove prende in prestito da un Onu-Matoran chiamato Midak Pewku, un'Ussal, e con essa si reca al villaggio sotterraneo di Onu-koro. Si sofferma quindi alla casa di Turaga Whenua, dove in quel momento il Consiglio di Onu-koro sta discutendo sui numerosi problemi che affliggono il villaggio. Viene così a sapere che la Caverna della luce è inaccessibile, perché invasa da una colata di lava fuoriuscita da un condotto rotto. Takua allora attraversa la lava con la tavola da surf e ripara il meccanismo, permettendo il deflusso della lava e riaprendo la caverna. Dopo essere stato ringraziato dal villaggio e da Whenua stesso, il Matoran si sposta nella Grande Miniera, dove i minatori sono giunti ad uno strato di roccia apparentemente inscalfibile, su cui hanno rinvenuto una misteriosa Meridiana. Il Prospettore chiede a Takua se conosce un'astrologa e, saputo di sì, gli affida una lettera. Il Matoran allora fa ritorno a Ga-koro e dà a Nixie la lettera, ricevendo in cambio uno Gnomon da posizionare sulla meridiana. Nel frattempo Gali, Onua e Kopaka recuperano sott'acqua la Miru di Tahu, scoprendo che le Kanohi infette permettono a Makuta di controllare i Rahi. Takua invece esplora una caverna presso Onu-koro dove dei minatori stanno cercando di raggiungere Le-wahi. Fa così conoscenza con Taipu, che proprio in quel momento, colpendo la roccia, rivela la luce del giorno e comprende di aver raggiunto la superficie. Terminati i lavori nel tunnel, Takua e Taipu pensano di raggiungere Le-koro ed iniziano ad esplorare la regione, quando un Nui-rama infetto afferra Taipu e lo porta via.
800px-Lewa vs Onua

Onua combatte con Lewa

Preoccupato, Takua riesce a trovare Le-koro, i cui abitanti si sono tutti nascosti. Dopo aver scoperto dai Le-Matoran che i Nui-rama hanno assaltato il villaggio, Takua nota in cielo formarsi una nuova composta da decine di Nui-rama, pronti ad un nuovo attacco. I membri della Gukko force allora si preparano a respingere l'invasione e Takua parte su un Gukko insieme a Kongu e dopo lo scontro aereo arriva al Alveare dei Nui-rama, dove i Le-Matoran, Turaga Matau e Taipu sono tenuti prigionieri. Matau informa Takua che Lewa, il Toa del villaggio, è stato attaccato anch'egli ed è caduto sotto il controllo di Makuta. In quel momento da un Nui-rama che tiene fra le zampe la Miru di Lewa, il Toa del vento in persona scende e, privo di qualsiasi volontà, osserva i prigionieri. Dal terreno emerge tuttavia Onua e i due Toa iniziano un'aspra battaglia senza esclusione di colpi. Il Toa della terra attiva poi la sua Matatu per colpire la Kanohi infetta e scaraventarla via, liberando Lewa dall'influenza di Teridax. Dopo aver recuperato la propria maschera, Lewa attiva una Komau per prendere il controllo del Nui-rama e lo sfrutta per portare tutti i prigionieri e Takua via dall'alveare. Tornati a Le-koro, i Le-Matoran tengono una grande festa, a cui partecipa volentieri anche Takua. Matau dona intanto al Matoran un flauto con cui potrà, in ogni momento, richiamare un Kewa o un Kahu. In seguito lascia il villaggio e, dirigendosi verso nord, fa ritorno a Ta-koro, dove Jaller lo recluta nella Guardia di Ta-koro. Lo informa inoltre che alcune guardie sono scomparse al Passo del nord, dunque l'impavido cronista si reca sul posto e utilizza la funivia lì presente per raggiungere Ko-wahi. Scopre un'abbandonato avamposto di Ta-Matoran e recupera una pietra incandescente, che usa poco dopo per salvare un Ko-Matoran imprigionato nel ghiaccio. Il Matoran, Kopeke, gli dice che i membri della Guardia di Ta-koro sono stati catturati da Makuta.
800px-Kopakaandmuaka

Kopaka affronta un Muaka per proteggere Takua e Matoro

Takua si reca più tardi a Ko-koro e incontra Turaga Nuju, che però non comunica con lui. Jaa avverte il Matoran che dovrà trovare Matoro, il traduttore del Turaga, se vorrà parlare con Nuju, perciò Takua, saputo che Matoro è partito per le gelide e tempestose zone ghiacciate che circondano il villaggio, ignora ogni avvertimento e parte per trovarlo. Mentre segue alcune bandierine rosse lasciate lungo la via da Matoro, Takua trova una roccia su cui è scritto "attenzione agli sciami", dopodiché, oppresso dal freddo, cade a terra svenuto. Viene poi salvato da Matoro, che lo conduce in un igloo, ma un Muaka si prepara ad attaccarli. Per fortuna interviene Kopaka, che sfrutta la sua Mahiki per confondere il Muaka e sconfiggerlo. Kopaka, Takua e Matoro fanno quindi ritorno a Ko-koro, dove Takua può finalmente comunicare con Nuju tramite Matoro. Nuju dona poi a Takua una tavoletta da mostrare agli altri Turaga, in modo che il Matoran possa aiutare i Toa nella loro missione. Lo incarica poi di formare la Compagnia del cronista, che dovrà difendere Kini-Nui mentre i Toa si occuperanno di affrontare Teridax.

Scontro con MakutaModifica

Takua viaggia per tutti i villaggi mostrando ai Turaga locali la tavoletta e riunendo sei Matoran scelti dai Turaga: Kaparu da Ta-koro, Tamaru da Le-koro, Kopeke da Ko-koro, Macku da Ga-koro, Hafu da Po-koro e Taipu da Onu-koro. Mentre i Toa terminano la loro missione, raccogliendo anche i sei frammenti della Pietra Makoki, i villaggi, sapendo che i Toa saranno presto assenti per affrontare Makuta, si preparano ad incessanti assalti di Rahi; Takua intanto guida la Compagna dal cronista da lui formata fino a Kini-Nui.
Compagnia del cronista

La Compagnia del cronista (escluso Takua)

I Toa Mata, ricevuta ognuno una versione dorata della propria Kanohi, si ritrovano al tempio e combinando i pezzi della Pietra Makoki aprono un passaggio che conduce sotto terra fino al Mangaia, il covo di Teridax. Non sanno però se partire per trovare il Makuta, temendo che i suoi Rahi attacchino il tempio e lo distruggano, ma poco tempo Takua e gli altri Matoran arrivano e assicurano al team che difenderanno Kini-Nui ad ogni costo. Gali crea inoltre un legame mentale con Takua, per permettere al Matoran di assistere agli eventi dei Toa in prima persona. Poco dopo la partenza dei Toa sotto il tempio, un'orda di Rahi sferra un attacco a Kini-Nui e i Matoran, capitanati da Takua, respingono l'assalto con dei Dischi di bamboo, che tuttavia non sono abbastanza per sconfiggere un numero sempre crescente di Rahi. Per fortuna, proprio quando la situazione sembra disperata, sia la Guardia di Ta-koro che l'Ussalria, guidate rispettivamente da Jaller e Onepu, arrivano a Kini-Nui e, coalizzate, sconfiggono le armate di Rahi invasori. Arrivati nei pressi del Mangaia, i Toa intanto incontrano due Manas, Rahi tremendi per forza, che li sconfiggono tutti. Gali e Kopaka allora si ricordano delle loro visioni e convincono gli altri a fondersi per dare vita ad Akamai e Wairuha, due potenti Toa Kaita. Durante la battaglia con i Manas, i Toa Kaita notano delle strane torri artificiali nella sala e le distruggono una dopo l'altra, causando un brusco abbassamento della temperatura, che danneggia i Manas. I Toa Kaita riescono a sconfiggere le creature indebolite, ma subito dopo il potere di Makuta li fa tornare nuovamente Toa Mata. Gali invia un messaggio a Takua, chiedendogli di venire ad assistere allo scontro, perciò Takua, saputo inoltre da Onepu che Whenua vuole parlargli, si reca rapidamente ad Onu-koro, dove il Turaga gli spiega che la Meridiana trovata in precedenza ha rivelato un passaggio secondario che conduce al Mangaia.
Animation Mangaia

I Toa Mata contro Teridax

Ringraziato Whenua, Takua trova il passaggio e vi entra, attivando una piattaforma che si abbassa e lo conduce nella sala dove i Manas sono da poco stati sconfitti. Nel frattempo i Toa, dopo aver sconfitto delle illusioni sotto forma di Toa oscuri create da Makuta, si addentrano nel Mangaia, dove un tornado pieno di frammenti sta volteggiando nell'aria. Invocato, Teridax avanza verso di loro nella forma di un piccolo Matoran completamente infetto, affermando di essere proprio ciò che i Toa hanno giurato di difendere. I Toa rimangono sorpresi del reale aspetto della loro nemesi e Kopaka avverte gli altri che è solo un trucco per ingannarli. A quel punto Teridax viene assorbito nel tornado di detriti, da cui emerge solo la sua Hau infetta, e inizia ad attaccare i sei con tentacoli oscuri. I Toa tentano in ogni modo di schivare i suoi colpi, ma invano, perciò decidono di contrattaccare e scatenano i loro poteri sul Makuta, riuscendo a spazzare via il tornado. La maschera infetta scompare, ma Makuta afferma di non poter essere sconfitto, in quanto, semplicemente, egli non è nulla. Sconfitto, almeno apparentemente, Teridax, i Toa vengono teletrasportati nuovamente in superficie, mentre Takua, che ha assistito alla battaglia, emerge dai frammenti del Makuta, che lo hanno travolto cadendo a terra.

SetModifica

Images

Poster pubblicitario del 2001

L'anno 2001 contiene in totale 17 set + 6 Matoran rilasciati esclusivamente nell'Happy Meal del McDonald. In più sono presenti speciali pacchetti contenenti due Kanohi casuali, varianti per forma e colore, che vanno a formare una collezione totale di 72 differenti maschere

Toa Mata.

  • 8534 Toa Tahu 
  • 8533 Toa Gali
  • 8532 Toa Onua
  • 8531 Toa Pohatu
  • 8535 Toa Lewa
  • 8536 Toa Kopaka

Rahi

  • 8537 Nui-rama
  • 8538 Muaka & Kane-Ra
  • 8539 Manas
  • 8548 Nui-jaga
  • 8549 Tarakava
Turaga Promotional Image

I sei Turaga

Turaga
  • 8540 Turaga Vakama
  • 8541 Turaga Matau
  • 8542 Turaga Onewa
  • 8543 Turaga Nokama
  • 8544 Turaga Nuju
  • 8545 Turaga Whenua

Matoran

Fumetti e libriModifica

Fumetti